NOVENA ALLA DIVINA MISERICORDIA – Sesto Giorno

 La Novena completa (CLICCA QUI)

SUOR FAUSTINA GP2 E GESU MISERICORDIOSO

Sesto giorno (Mercoledì in Albis)

Meditare su Gesù bambino e sulle virtù della mitezza e dell’umiltà di cuore (cfr. Mt 11,29), sulla dolcezza di Gesù (cfr. Mt 12,15 -21) e sull’episodio dei figli di Zaccheo (cfr. Mt 20,20-28; 18, 1-15;  Lc 9,46-48).

Parole di nostro Signore Gesù Cristo a Santa Faustina: “Oggi portami le anime miti ed umili e quelle dei fanciulli: immergile nell’oceano della mia Misericordia. Somigliano di più al mio Cuore, e sono esse che mi davano forza nella mia dolorosa agonia. Le ho viste allora come degli angeli terrestri, vigilanti sui miei altari. Sopra di loro verso i fiumi delle mie grazie, poiché soltanto un’anima umile, in cui metto tutta la mia fiducia, è capace di accettare i miei doni”.

Preghiamo per i fanciulli e le anime umili

Misericordiosissimo Gesù, che hai detto: “Imparate da me, che sono mite ed umile di Cuore(Mt 11,29), ricevi nella dimora del tuo Cuore pietoso le anime miti ed umili e quelle dei fanciulli. Poiché danno gioia al Cielo, esse sono fatte segno dell’affetto speciale del Padre Celeste: sono un mazzo di fiori profumati davanti al trono divino, dove Dio si compiace del profumo delle loro virtù. Concedi loro la grazia di lodare perennemente l’Amore e la Misericordia di Dio

Pater, Ave, Gloria

Eterno Padre, dà uno sguardo compassionevole alle anime miti ed umili e a quelle dei fanciulli che sono particolarmente care al Cuore del Figlio tuo. Nessuna anima assomiglia più di loro a Gesù; il loro profumo si alza dalla terra per giungere al tuo trono. Padre di Misericordia e di Bontà, per l’amore che porti a queste anime e per la gioia che provi nel guardarle, ti supplichiamo di benedire il mondo intero, affinché noi possiamo glorificare eternamente la tua Misericordia. Amen.

Segue la Coroncina alla Divina Misericordia

Per chi non ha mai recitato il rosario e non capisce bene come deve essere recitata la coroncina alla Divina Misericordia segua lo schema qui sotto tutto di seguito oppure clicchi sul video e preghi seguendo le indicazioni:

Segno della croce

1 volta Padre nostro

1 volta Ave Maria

1 volta il Credo Apostolico: 

Io credo in Dio, Padre onnipotente,
Creatore del cielo e della terra.
E in Gesù Cristo, suo unico Figlio,
nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo,
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato,
fu crocifisso, morì e fu sepolto;
discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo,
siede alla destra di Dio Padre onnipotente:
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna.
Amen

di seguito:

1 volta : Eterno Padre, io Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio, Nostro Signore Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

e

10 volte di seguito : Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

1 volta :Eterno Padre, io Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio, Nostro Signore Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

e

10 volte di seguito : Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

1 volta :Eterno Padre, io Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio, Nostro Signore Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

e

10 volte di seguito : Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

1 volta :Eterno Padre, io Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio, Nostro Signore Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

e

10 volte di seguito : Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

1 volta :Eterno Padre, io Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio, Nostro Signore Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

e

10 volte di seguito : Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

quindi alla fine si ripete 3 volte:

Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero.

1 volta O Sangue e Acqua ,che scaturisti dal Cuore di Gesù come sorgente di misericordia per noi,confido in Te

Amen. Segno della croce

ISKRA – La Polonia “faro” per permanere nella verità di Cristo

L’Europa ha salde radici cristiane che la autoreferenziale UE ha voluto, esplicitamente, ripudiare. Sua Santità Benedetto XVI ebbe a dire “Europa, rimani fedele alle tue radici, affinché tu possa compiere la tua missione nella storia!”

La polacca Santa Faustina Kowalska scrive nel suo “Diario”, nel maggio 1938 e cioè poco prima della sua morte, “Una volta che pregavo per la Polonia, udii queste parole: «Amo la Polonia in modo particolare e, se ubbidirà al Mio volere, l’innalzerò in potenza e santità. Da essa uscirà la scintilla che preparerà il mondo alla Mia ultima venuta».”

E’ stata variamente interpretata questa rivelazione che la Religiosa ebbe da Nostro Signore: c’è chi ha visto nel Papato di San Giovanni Paolo II –polacco- la scintilla. Ma anche lo stesso messaggio della Divina Misericordia –affidato alla polacca Suor Faustina- può essere considerato come “preparatorio”: soprattutto se si considerano queste parole che il Signore le disse: “prima di venire come Giudice giusto, vengo come Re di Misericordia”.

ISKRA

 

Di certo la scintilla –iskra in polacco- non è una fantasia: la Kowalska –Canonizzata dalla Chiesa- è considerata tra le più grandi mistiche. Resta solo da comprendere in cosa consista esattamente tale scintilla. (QUI) 

E gli eventi di questi giorni danno ulteriore materiale di profonda riflessione: non tanto e non solo la iniziativa “Rozaniec do granic” dello scorso 7 ottobre che la Conferenza Episcopale Polacca (Konferencja Episkopatu Polski, KEP) ha pienamente autorizzato ed anzi appoggiato quanto le linee guida proposte all’approvazione della stessa Kep in tema di famiglia e divorziati risposati.

 Il Centro nazionale per la pastorale familiare della KEP aveva preparato un Documento ma, riferisce il Vaticanista Marco Tosatti, il Nunzio Apostolico a Varsavia, Mons. Pennacchio, avrebbe fatto dei passi “per moderare la pubblicazione del testo”.

La vicenda, molto delicata, è in piena evoluzione e va seguita con la dovuta attenzione e con tanta preghiera per il bene della Chiesa.

La Polonia è il Paese di San Giovanni Paolo II -di cui ricorre il 22 ottobre la memoria liturgica- come pure di San Massimiliano Kolbe, il grande martire Francescano perseguitato –ed ucciso- dai nazisti ma tenacemente avversato ed odiato dalla massoneria. Ed il popolo polacco, devotissimo all’Immacolata e Madre di Dio, con i suoi due milioni di persone scese in strada, in tutto il Paese, per pregare la Vergine con la Corona del Rosario in mano rappresenta un esempio per tutto il mondo cattolico di testimonianza e di fedeltà al Vangelo. Perché è innegabile che si tratta di permanere nella verità di Cristo o di scegliere strade buie ed inesplorate, gravide di pericoli.

cosimo de matteis

La Coroncina della Divina Misericordia (guida alla preghiera con audiovideo)

GESU' MISERICORDIOSOGesù confido in Te!

Il 22 Febbraio 1931 Gesù apparve in Polonia, nel convento di Plok, a Faustina Kowalska (santa Faustina) affidandole il messaggio della devozione alla Divina Misericordia. Ella così descrive questa apparizione: “La sera mi trovavo nella mia cella. Vidi il Signore vestito in candida veste. Aveva una mano alzata in segno di benedizione; con l’altra toccava la tunica bianca sul petto.

Dal petto, per l’apertura della tunica, uscivano due grandi raggi: uno rosso e l’altro bianco. Dopo un istante Gesù mi disse: “Dipingi un quadro secondo il modello che vedi e scrivici sotto: Gesù, io confido in te! Desidero che questa immagine sia venerata nella vostra cappella e poi in tutto il mondo”. I raggi sull’immagine rappresentano il Sangue e l’Acqua che sgorgano dall’intimo della mia Misericordia sulla Croce, quando il mio cuore fu aperto dalla lancia. Il raggio bianco rappresenta l’Acqua che giustifica le anime; quello rosso il Sangue che è la vita delle anime”.

In un’altra apparizione Gesù le chiese l’istituzione della Festa della Divina Misericordia, esprimendosi così: “Desidero che la prima domenica dopo Pasqua sia la Festa della mia Misericordia. Figlia mia, parla a tutto il mondo della mia incommensurabile Misericordia! L’anima che in quel giorno si sarà confessata e comunicata, otterrà piena remissione di colpe e castighi. Desidero che questa festa si celebri solennemente in tutta la Chiesa”.