MEDJUGORJE – Messaggio del 25 Febbraio 2018

“Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito tutti ad aprirvi e a vivere i comandamenti che Dio vi ha dato affinché, attraverso i sacramenti, vi guidino sulla via della conversione. Il mondo e le tentazioni del mondo vi provano; voi, figlioli, guardate le creature di Dio che nella bellezza e nell’umiltà Lui vi ha dato, ed amate Dio, figlioli, sopra ogni cosa e Lui vi guiderà sulla via della salvezza. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Immacolata

Annunci

Seconda Domenica di Quaresima: Vangelo e preghiera dei fedeli

2^ QUARESIMA

Ed eccoci giunti alla Seconda Domenica di Quaresima. La Liturgia della Parola ci propone uno dei passi evangelici più belli e significativi: quella Trasfigurazione di Gesù che è preannuncio della sua Risurrezione che è la sua Gloria e la nostra Salvezza.

Aiutati dal caro don Cosimo Monopoli – a lui ancora tanti auguri per i 46 festeggiati sabato scorso!- riflettiamo sul grande evento del monte Tabor. Lì gli Apostoli comprendono -anche se non pienamente- di essere di fronte al Signore, vero Dio.

La presenza di Mosè ed Elia (“la Legge ed i Profeti”) ne dona nuova ed ulteriore conferma. Di fronte al sepolcro vuoto e poi all’Ascensione ed a Pentecoste comprenderanno pienamente.

Ora il testo integrale del Vangelo, anche in versione audio (basta cliccare) e poi la consueta proposta per la Preghiera dei fedeli. Come sempre la invocazione è essenzialmente vocazionale e trae spunto dall’intera liturgia della Parola. Buona Domenica!

CLICCA ED ASCOLTA IL VANGELO

Dal Vangelo secondo San Marco  (Mc 9,2-10)

In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli.
Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Non sapeva infatti che cosa dire, perché erano spaventati. Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l’amato: ascoltatelo!». E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro.
Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell’uomo fosse risorto dai morti. Ed essi tennero fra loro la cosa, chiedendosi che cosa volesse dire risorgere dai morti.

preghiera-dei-fedeli-logo

PROPOSTA PER LA PREGHIERA DEI FEDELI 

I discepoli, dopo aver vissuto la splendida esperienza della Trasfigurazione, pieni di stupore esclamarono: “ Maestro, è bello per noi stare qui ”. Chiediamo al Signore che anche i giovani della nostra Comunità possano gustare la bellezza di “ vivere “ alla Sua presenza, attraverso un autentico cammino di fede ed un percorso di preghiera costante e significativo. Per questo preghiamo.

 

Tutti inginocchiati di fronte al Signore Gesù. Tranne uno.

Non è mai troppa la riverenza verso la Santissima Eucaristia: lì è realmente presente il Signore Gesù in Corpo Sangue Anima e Divinità.

Non inginocchiarsi -e farlo sistematicamente, in modo palese e “plateale”- è brutto. Molto brutto. Ed induce a pensare.

Specialmente quando è solennemente esposto:

in piedi (2)

QUARESIMA – Don Cosimo, il Vangelo della Domenica (e la preghiera dei fedeli)

Anche in questa Prima Domenica di Quaresima Don Cosimo Monopoli ci offre la sua graditissima omelia  breve omelia in versi del Vangelo festivo, una iniziativa che piace anche ai lettori de “il bene vincerà”.  La Quaresima è “tempo per la conversione/mente e cuore siano in azione/elemosina, preghiera e digiuno/ sono penitenti armi per ognuno”.

 

Unitamente ad essa continuiamo a proporre un suggerimento per la preghiera dei fedeli: una preghiera con “taglio” vocazionale ma sempre basata sulle letture della Domenica. Sarebbe bello aggiungerla a quelle del “foglietto” (messalino): è preparata con tanta cura ed amore, proprio come l’omelia di don Cosimo. A proposito facciamo tanti auguri a lui per il suo compleanno: compie 46 anni sabato 17 Febbraio! A tutti auguriamo un buon cammino di Quaresima.

DON COSIMO MONOPOLI

 

Dal Vangelo secondo San Marco  (Mc 1, 12-15)

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano.
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

CLICCA ED ASCOLTA IL VANGELO

1 QUARESIMA

 

 

Suggerimenti per la PREGHIERA DEI FEDELI 

preghiera-dei-fedeli-logo

DOMENICA 18 febbraio 2018
Il Signore benedisse Noè e la sua famiglia, stabilendo con essi una Alleanza eterna, poiché avevano ascoltato la sua Parola ed avevano accolto il suo invito a partire, a prendere le distanze dagli altri uomini, nel cui cuore non vi era altro che malvagità. Anche oggi Gesù desidera stabilire con noi e con le nostre famiglie un alleanza nuova. Chiediamo perciò al Signore che ogni famiglia cristiana riscopra la propria vocazione ed orienti ogni suo progetto alla luce della sua Parola. Per questo preghiamo.