MEDJUGORJE – Messaggio del 25 Maggio 2019

Cari figli!

Per la Sua misericordia, Dio mi ha permesso di essere con voi, di istruirvi e di guidarvi verso il cammino della conversione. Figlioli, tutti voi siete chiamati a pregare con tutto il cuore perché si realizzi il piano della salvezza per voi e tramite voi.

Siate coscienti figlioli, che la vita è breve e vi aspetta la vita eterna secondo i vostri meriti. Perciò pregate, pregate, pregate per poter essere degni strumenti nelle mani di Dio.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata.TOTA-PULCRA-3

Il messaggio della Regina della pace del 25 Maggio, pur nella sua brevità è denso d insegnamenti. La Madonna inizia, come sempre, a mettere a fuoco la sua missione. Lei è l’Ancella del Signore, che viene sulla terra mossa dalla sua infinita Misericordia, per essere con noi e per istruirci e guidarci sulla via della Conversione.

La grazia della Conversione è la più grande che viene concessa a Medjugorje, ma ha bisogno di un lungo cammino perché la pesantezza della carne, le seduzioni del mondo e le insidie del demonio non la rendano vana.

Poi la Madonna ci ricorda ancora una volta che Lei fin dall’inizio sta realizzando con noi e per mezzo di noi un piano di salvezza che riguarda innanzi tutto le anime, ma che coinvolge anche la Chiesa e lo stesso futuro del mondo. Tutti siamo chiamati a collaborare perché tutto si compia secondo i disegni di Dio, in primo luogo con la preghiera e con la testimonianza della nostra vita. La Madre ci invita a riflettere sul senso della nostra vita e sulla missione che a ciascuno di noi è affidata.

Guai a noi se la sprecassimo nell’inseguimento delle cose effimere e nella schiavitù del peccato, per poi precipitare nella rovina eterna. La vita è breve e va vissuta nella luce dell’eternità alla quale dobbiamo tendere. Nel momento in cui lasciamo la terra verremo giudicati dal Signore secondo i nostri meriti, per cui o saremo accolti nella gioia del paradiso, o dovremo purificarci per un certo tempo in purgatorio, o periremo eternamente all’inferno con satana e gli angeli ribelli.

La Madonna conclude la sua esortazione con il triplice “pregate, pregate, pregate,”  perché la nostra vita sia al servizio generoso e coraggioso di Dio, strumenti degni ed efficaci nelle sua mani.

Padre Livio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...