Perché è stato (praticamente) abolito il Canone Romano? (Minima liturgica, 1)

leonardolugaresi

Di solito, alla festa di Ognissanti, il mio bravo parroco diceva la messa recitando il cosiddetto “Canone Romano”, cioè quella che oggi è la “Prima preghiera eucaristica” delle quattro ordinarie previste dal Messale di Paolo VI  e prima della riforma liturgica era l’unica in uso. Quest’anno, per qualche ragione, non l’ha fatto e così ho perso probabilmente l’unica occasione che avevo di ascoltarlo durante tutto l’anno liturgico.

Questa preghiera, infatti – senza che nessuno l’abbia ufficialmente deciso (e nemmeno esplicitamente auspicato, per la verità) – è stata tacitamente di fatto abolita dalla liturgia cattolica, almeno per come essa viene normalmente eseguita nelle chiese italiane in cui mi è capitato partecipare alla messa negli ultimi quarant’anni.

Mi sono sempre chiesto il perché, senza arrivare ad una risposta. Qualche volta, in passato, provai a chiederlo a qualche prete, con scarso successo. Qualcuno mi obiettò che no, i preti a volte lo recitano…

View original post 678 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...