Fumo LGBT nel Santuario di Caravaggio

twelveshields

Il prossimo 18 novembre si terrà presso il santuario di Santa Maria del fonte a Caravaggio un incontro dal titolo “Tavolo di dialogo fra diocesi lombarde e realtà cattoliche LGBT: quale presenza dei giovani LGBT nella Chiesa?”. Rif: locandina

La locandina, dove campeggiano i colori dell’arcobaleno invertito, rappresentativo di un umanesimo senza Dio, del trionfo della gnosi sulla genesi, ci informa che l’iniziativa nasce dalla collaborazione tra l’associazione “Cammini di Speranza” – sezione Lombardia e la Diocesi di Cremona; l’obiettivo è di avviare un percorso di reciproca conoscenza, apprezzamento e accoglienza, avvalendosi anche del contributo di rappresentanti lombardi del “Progetto Giovani LGBT” e di “genitori con figli LGBT”.

La prima impressione che se ne riceve è di sconcerto: è davvero inquietante l’espressione “realtà cattoliche LGBT”, che ponendo sullo stesso piano la dimensione religiosa e quella relativa all’orientamento sessuale, di fatto contribuisce a legittimare e di conseguenza ad approvare comportamenti contrari all’ordine naturale, perciò…

View original post 608 altre parole

Annunci

5 pensieri su “Fumo LGBT nel Santuario di Caravaggio

  1. Riumirsi “per scambiare esperienze, opinioni, studi e riflessioni sulle tematiche correlate a fede”, va bene, ma ignoravo che la Fede è anche “omoaffettività.

    Che significa?!

    Se significa pratica dell’omosessualismo, allora non lo possiamo accettare: è contrario alla Sacra Scrittura e al bimillenario insegnamento della Chiesa di Cristo.

    Purtroppo è nata anche una teologia lgbt, gnosticismo eretico che ci vuol fare accogliere un ‘abominio’ come forma di amore autentico!

    Questa ‘ambiguità’, giustificata da una pretesa esigenza della pastorale, si è insinuata (e non da oggi!) negli uomini di Chiesa, rifiutando così l’ordine stesso della Creazione.

    Dovremmo chiederci anche quanto dietro a questa tragedia, umana prima ancora che ecclesiale, c’è l’azione della finanza affaristica internazionale (Soros, per esempio).

    Che però ci siano anche vescovi e sacerdoti, che sofferenza!

    Oramai siamo succubi di una ideologia liberticida, che condanna aprioristicamente chi è di opinione contraria al potere (civile e religioso!).

    Citavo, in altra riflessione, il servizio giornalistico di MaurizioBlondet, dal titolo: La ‘Chiesa’ è sotto occupazione del golpe sodomita. Tutto qui.

    Qualcuno lo ha letto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...