IL DIVORZIO – CANCRO DELLA SOCIETÀ

Mica il “politicamente corretto” esiste solo oggi. Altre epoche hanno avuto i loro saviani, i loro fabiofazzi, le loro gruber (magari non erano rifatte ma è solo questione dell’avanzamento delle tecniche chirurgiche) .

Per entrare meglio nell’argomento e comprendere di cosa stiamo parlando guardatevi questo primo video. Dura poco, anzi pochissimo. A tra poco!

Ecco, avete visto la felicissima famiglia che, con toni ed accenti tipici del periodo,  (siamo nei primi Anni Settanta ed il 68 aveva reso ridicolo tutto e tutti) ha invogliato tutti gli italiani a votare per il divorzio. Credo che avrete riconosciuto lo sposo e marito felice. E forse conoscete pure in seguito come è andata a finire quella famiglia. No, per carità: neanche se ci pagate parleremo della presunta “conversione” di questo tale. Avvenuta, per modo di dire, una decina d’anni fa ha solo dimostrato quanti finti convertiti esistono e come la stampa cattolica ha sempre incensato costoro. Perchè, è noto, da tempo la più parte della stampa cattolica è orientata al modernismo dossettiano. Ed infatti il ragazzo in questione è nato in un paesello a due passi del celebre “eremo” del “monaco” che benedì l’Ulivo di Prodi (ma nella sua vita precedente, diciamo così, aveva già fatto danni immensi nella diccì, in combutta con Moro e tanti altri “santi”).

Ma siccome vedo che l’argomento vi sta appassionando passerei ad un ulteriore “contributo filmato”. Vi avverto: proverete una grandissima delusione. Soprattutto se lo avete amato e stimato. E se addirittura lo avete ritenuto il miglior attore italiano. Allora, tenetevi pronti perché state per vedere (e sentire!) una cosa che vi ferirà. Non solo perché cattolici, amanti della famiglia, crediamo nella indissolubilità del Matrimonio (il Sacramento, non il “contratto”, le firme al comune: quella è una cosa che non c’entra nulla col Disegno di Dio. Infatti oggi persino due femmine o due maschi si “sposano”) ma anche perchè vi cadrà un mito. Voi credevate che… Ed invece, ecco qua. Trois, deux, un…   les voilà :

 

Scioccati? Non lo sapevate eh? Si, il Sessantotto ha fatto danni incalcolabili. Il 68, figlio dell’Illuminismo e nipote del Razionalismo di Descartes: si, si. Tutte le idee belle vengono dalla Francia. Tranne quelle più belle che, notoriamente, vengono dalla Cermania Tetesca: il Comunismo di Karl Marx e poi il non plus ultra ossia il satanico Nazional Socialismo -detto anche “nazismo”, per coprire pure nei termini che porcheria era- di Adolf Hitler. Come? Si, lo so: lo sappiamo tutti che la setta satanica in assoluto più pestifera è invece nata Oltremanica. Ma dei figli della vedova è pericoloso pure parlarne ed allora devi inventarti nomi nuovi, metafore. Insomma, non lo devi dire direttamente che la maledetta (pardon: stramaledetta) massoneria mondiale è nata in Inghilterra.

Ho perso il filo. Succede. Ma chi segue questo sito (o blog? Ci vuole qualche guru della rete, qualche geniale Ceo per spiegare la differenza. Ma a me interessa poco) sa bene che scrivo così. E comunque per provare a riconciliarci con l’idea che avevamo di “mastro geppetto” e della famiglia perfetta eccovi la clip finale. Per ritornare a sorridere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...