LA CASTITÀ E’ LA VIRTÙ PIÙ POTENTE – Parola di Cardinale

Che la castità costituisca una virtù eccezionale, bella e profumato lo sappiamo. Ce lo hanno insegnato i nostri maestri: preti, catechisti, suore ma soprattutto ce lo hanno trasmesso, con la parole e con l’esempio, le nostre mamme.

Oggi, purtroppo, non è più così: molti ecclesiastici -dal catechista al parroco, dal teologo al Vescovo- non insegnano più questo. Anche la verginità viene presentata come un “limite”. Posso assicurarvi che vi sono mamme seriamente preoccupate perché le proprie figlie a 12 o 13 anni ancora non hanno il fidanzato. Ma “è normale?” chiedono preoccupate alla catechista o all’Insegnante di Religione.

rosa e bocciolini

Tanti padri sporcaccioni (senza manco virgolette: sono proprio sporcaccioni) ad una certa età con aria da uomini saggi che donano la loro sapienza ai figli procurano a costoro schifosi preservativi con poche frasi e bestiali allusioni. E credono di aver “salvato” così i propri figli da presunte malattie. Non sanno quanto sono malati essi stessi!

Questi sono chiari fallimenti educativi. E del resto: quale esempio offre alla propria figlia adolescente una madre che tradisce il patto coniugale -sigillato col Sacramento del Matrimonio- e vestendosi come una ragazzina (una ragazzina per niente seria e virtuosa) va in cerca di un maschio per accoppiarsi (come i cani) e/o di un “fidanzato” per “rifarsi una vita”?

Che credibilità può avere una donna che si comporta così se, per sbaglio, prova a dare qualche consiglio alle sue figlie? E che pensa di sua madre un figlio adolescente che si ritrova in casa uno sconosciuto, “il nuovo compagno di mamma”, che viola il talamo coniugale?

Ovvio che a fallire sono anche quei preti (parroci, confessori, “direttori spirituali”!) che danno a costoro un “placet” inammissibile dalla Legge di Dio. Gesù ha detto che persino chi guarda una donna con intenti lussuriosi commette con lei adulterio nel suo cuore, figuriamoci chi si trova stabilmente in questa situazione di peccato mortale! Accresciuto dal continuo sacrilegio: queste “nuove coppie” spesso e volentieri si accostano alla Santissima Eucaristia: che pena e che dolore vederli in fila, strafottenti e sfacciate, andar a fare la Comunione!

Ed allora oggi giunge provvidenziale la parola di un Cardinale. Un esorcista albanese, Mons. Ernest Simoni, che, in una intervista concessa ad un giornale italiano (CLICCA QUI) ci ricorda fra le altre cose proprio il valore grandissimo della castità.

Grazie Signore: donaci sempre Pastori sapienti e zelanti e non lupi travestiti da agnelli.

cosimo de matteis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...