STORIE BRESCIANE – Tra Mocasina e Palazzo Madama

Siccome ho mille difetti ma non quello di esser pavido eccomi qui a denunciare una cosa secondo me grave. E prima di annoiarvi con le mie forse inutili parole sentite invece queste altre parole: non sono mie, voi leggetele e poi vi dirò chi le ha scritte e dove le ha scritte.

commento gender (2)

“sono ancora più motivato  a presentare il mio libro Sulle ali del Sogno nelle scuole elementari educandoli al gender e alla stregoneria. Speriamo crescano gay, lesbiche e soprattutto satanici. Alla faccia di Colucci che dice di porre attenzione in nome di Dio e alla vostra del Popolo della Famiglia, No Gender & compagnia bella. Non ci distruggerete.”

Io ho la bruttissima tendenza a dilungarmi ma voi, per favore, non pensate tanto a me quanto a quelle parole che ho riportato ed allo screenshot del post che tale Domenico Del Coco (all’anagrafe facebook Domenico Diario) ha scritto.

Sono orribili. E nessuno dica “ma va là, è uno scherzo. E tu ci sei cascato! Pirla!”. No, no: tutto vero. L’autore di quelle parole (“Speriamo crescano gay, lesbiche e soprattutto satanici”) è uno che scrive libretti. Libretti gender. Libretti che vengono propagandati persino alla Festa dell’Unità (come vedete in foto).del coco twitter unità

La lobby Lgbt,  alleata con i diffusori del gender, lo sapete bene che è potentissima. E se decidono di sponsorizzare un pinco pallino qualsiasi state certi che gli fanno fare strada e gli coprono le spalle. Per questo ho detto all’inizio che non posso e non devo avere paura: so bene che stanando e denunciando certi personaggi si rischia, si rischia di brutto.

Ora sto tizio mi pare che ha scritto sei libri (diciamo così) di cui l’ultimo (“sulle ali del sogno”) avrebbe avuto un riscontro non proprio favorevole e qui cito una scrittrice, tale Valentina Simona Bufano, che di Del Coco scrive: “un autore senza curriculum, che non ha mai vinto un premio letterario ne mai lo vincerà, invidioso dei successi altrui”. Bocciato senza appello, si direbbe. Tanto più che la stessa Bufano si occupa anch’essa di letteratura per ragazzi, almeno così lei dice di sé. (CLICCA QUI)

Ecco il punto: i ragazzi, i libri per ragazzi, l’educazione, la scuola. Ci arrivo subito, un attimo! Restiamo sempre in zona (la Bufano è di Trezzano, Del Coco di Cesano) e precisamente nella bella e nobile Brixia che noi oggi chiamiamo Brescia.LIBRO LL

Di Brescia è tale Ramona Parenzon, di professione scrittrice. La Parenzon viene conosciuta in Italia grazie ad un articolo o meglio una vera e propria inchiesta pubblicata da La Nuova Bussola Quotidiana a firma di Giovanna De Micheli. Il dettagliato reportage è apparso in due “puntate”: il 12 ed il 13 marzo col titolo, rispettivamente, “Strega in classe invoca gli spiriti: genitori all’oscuro” e “La strega a scuola? Per la Chiesa non c’è da scherzare”.

E di cosa parla la De Micheli? Presto detto: “Si presenta come Romilda, «la strega sincretica interculturale», ma il suo nome è Ramona Parenzan. Una donna che sviluppa laboratori e progetti di intercultura leggendo fiabe e invocando spiriti con amuleti e pozioni”

Questo l’attacco ma l’articolo è tutto da leggere, ma proprio tutto tutto. Soprattutto laddove dice che  “lunedì 26 febbraio Parenzan è entrata nella prima elementare frequentata da mio figlio all’insaputa di tutti i genitori. Lo abbiamo scoperto dai nostri figli». Alcuni di loro hanno raccontato alle famiglie che la “strega Romilda”, così si presenta Parenzan, ha fatto bere loro pozioni, regalando amuleti e promettono fortuna. I fatti sono emersi quando le mamme hanno cominciato a parlarsi scoprendo che come i loro anche gli altri bambini erano turbati dalle storie lette o dal fatto che erano stati invocati gli spiriti”

Ed ora, pur non essendo questo un romanzo, un colpo di scena: l’articolo, che era nato per difendere un neo Parlamentare letteralmente aggredito da certa stampa ed insultato a più non posso su twitter, si ferma qui.

tweet pillon

Se siete interessati al seguito (che è veramente molto ma molto importante) non avete che attendere qualche ora. Ed avrete il seguito della storia che –a differenza dei romanzetti più o meno corrotti-  è assolutamente vera. E, come sempre, con nomi e cognomi. E qualche screenshot.

1- segue

Annunci

4 pensieri su “STORIE BRESCIANE – Tra Mocasina e Palazzo Madama

  1. Piccolo dettaglio: ho ricevuto un premio con il libro Il Quaderno di Madrid Premio Aido/ADMO nel 2015. Poi comunque le recensione riguardo i miei libri sono favorevoli. Il giudizio della Bufano non mi tange in quanto non la conosco. Tra l’altro critica tutti gli scrittori che non le stanno a genio. Quindi la credibilità è relativa. Comunque su amazon e ibs.it le recensioni a riguardo di Sulle Ali del Sogno sono favorevoli. Ma per voi è facile giudicare un libro senza leggerlo. Che alto quoziente di intelligenza. Complimenti! Che bravi cristiani fasulli. Tra l’altro sono cristiano, faccio la comunione alla domenica e ho fatto anche la professione di fede e faccio volontariato presso la Parrocchia San Giovanni Battista. Cosa mi diversifica da voi? Ho la mente aperta e rispetto tutti compresi gli LGBT quello che taluni cristiani non fanno. Gesù disse di rispettare tutti e non giudicare gli altri. Cosa complessa per taluni. Saluti Pace e bene in nome di Dio.

  2. P.S. La Bufano si occupa di poesie e non di libri per ragazzi. Siete pure superificiali. Caramelle il suo primo libro sono delle piccole poesie e comunque ha partecipato a concorsi di poesie. Nel mio caso non ho partecipato a concorsi se non espressamente richiesti dall’editore. Comunque vorrei ricordarvi che la signorina Bufano vi fa comodo adesso. Ovvio. E’ passata dal PD a Lega. Comunque a fatto prefazioni al mio libro L’Età della Denuncia e si definisce amica e fan. Cercate almeno bene le informazioni. Non siate superficiali.

  3. A propositi di libretti ho scritto pure un libro dal titolo REDENZIONE per adulti ma giusto un libretto di 218 pagine (proprio un libretto) dove metto in risalto la mia fede nei confronti verso Dio, un libro di 192 pagine dal titolo Nessun Amore Più Grande con il tema desaparecidos argentini (l’amore di una madre nei confronti del figlio nato nei centri di detenzione) e un libretto di 300 pagine più o meno Il Quaderno di Madrid che si occupa della Guerra Civile Spagnola. Robetta per adulti. Ma siccome sembra sappiate tutto voi ho l’appoggio della mia Chiesa locale, Azione Cattolica e altri gruppi religiosi. E il libro che tanto odiate tanto farisei l’ho presentato all’Istituto Orsoline di Saronno. Perché non riportate i giudizi espressi dai lettori su amazon e ibs.it? Perché vi fa comodo parlarne male. Perché Voi non siete cristiani. I cristiani non disprezzano gli stranieri, gli LGBT e non fanno razzismo come lo fate voi che vi definite cristiani facente parte della Lega. Non avete la capacità di analizzare un fantasy ma andate per sentito dire e se provocate non potete altro che ricevere provocazioni. Non capite le provocazioni non oso immaginare se leggiate i miei libri. Troppo complessi per mente piccole come le vostre. Romanzi storici, romanzi d’attualità come Redenzione che affronta l’Italia di oggi. Romanzi quelle opere insipide e mediocri scritte da uomini. Cielo non sia mai che un uomo scriva un romanzo, che dia emozioni, gli stati d’animo dei protagonisti o che narri la bellezza della natura divina. O che nel romanzo REDENZIONE il tema principale sia la fede in DIO. Cosa complessa. Soprattutto se scritto dopo aver letto Resurrezione di Tolstoj ed Espiazione di McEwan. Ma sì. Il Cristiano di oggi giudica gli altri, giudica i libri di un autore senza sapere quali ha scritto e rispetta il Vangelo. Non giudicare se non vuoi essere giudicato. E soprattutto il Cristiano non è in grado di scindere dal giudizio degli altri. Sentito dire che…ma leggere si fa fatica. Criticare gli altri no. Non meravigliamoci. I Cristiani disprezzano non amano. Lo straniero vi fa schifo. Eh già che se ne ritornino nel loro paese. Poi se c’è una guerra non vi importa vero? Disprezzate la pelle diversa, chi è diverso. Gesù non fece così. Accolse storpi e persone diverse. E voi? Prima di giudicare imparate a conoscere le persone. E se provocate la reazione è quella. La Caccia alle Streghe…manco fossimo nel Medioevo. E nel fantasy Maghi, streghe ed elfi ci sono sempre stati. Leggetevi i Grimm visto che parlate di satanismo. Non erano proprio per bambini. E cambiare identità in un fantasy è normale. Si chiama Fantasy non Realtà. Buona riflessione.

  4. Ma voglio chiedere siete così invidiosi? Non avete mai letto libri fantasy, libri di magia come un tal harry potter o altro? No perché per voi il libro di Domenico sembra unico quando del genere ce ne sono milioni ma nessuno dice niente.. E inutile parlare con chi ignora e butta fango sugli altri oltretutto sembrate razzisti visto sembra non digeriate gay lesbiche e altro ma guardatevi prima voi stessi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...