UTERO IN AFFITTO – Gandolfini unica voce contro la barbarie

Nella attuale situazione socio-politica, ed anche culturale, che da sempre meno valore alla famiglia ed alla vita (dal concepimento naturale alla morte naturale), si leva alta, autorevole e purtroppo (quasi) solitaria la voce del dottor Massimo Gandolfini. Addirittura il Presidente della Camera, la comunista sessantottina Laura Boldrini, è intervenuta con delle dichiarazioni che, sostanzialmente, rappresentano un “placet” alla odiosa pratica dell’utero in affitto, ipocritamente definità “maternità surrogata”. L’opera di Gandolfini è meritoria e, bisogna dirlo, va a compensare quell’irreale silenzio che proviene dalla politica e, duole dirlo, anche dell’episcopato italiano.

MASSIMO GANDOLFINI

“La Boldrini sostenendo che in Italia bisognerebbe regolamentare la maternità surrogata palesa la sua grande ignoranza in materia. Questo per un semplice motivo: nel nostro Paese la barbara pratica dell’utero in affitto è regolamentata dalla Legge 40 che la vieta e la sanziona penalmente!”. Così il leader del Comitato promotore del Family day e neurochirurgo Massimo Gandolfini commenta le dichiarazioni di Laura Boldrini rilasciate oggi durante una video intervista a Repubblica.it. CLICCA QUI

boldrini republica
“La Boldrini è disinformata anche quando definisce “divisivo” il tema in questione, poiché non tiene conto degli appelli per la messa al bando globale della Gpa, rivolti alle Nazioni Unite da tutte le principali organizzazioni femministe del mondo, tra cui Se non ora quando – Libere. Non considera inoltre che nella stragrande maggioranza degli Stati del pianeta questa pratica è illegale ed è punita con la massima severità. Solamente alcune lobby economiche e del pensiero unico ne chiedono una regolamentazione che di fatto si traduce nella legalizzazione del mercimonio dell’utero delle donne e della vita nascente, prosegue Gandolfini.

utero-in-affitto-640x400
“È giusto quindi ribadire che non si può rendere legale tutto quello che possono la tecnica e il mercato per soddisfare i desideri. Ringraziamo, quindi, la Boldrini per aver fatto di nuovo chiarezza, sappiamo infatti che la sua visione politica trova giusto che un bambino sia per contratto orfano della madre fin dal suo concepimento e che anche l’utero della donna possa essere oggetto di una compravendita che nega ogni diritto di maternità”, afferma ancora il leader del Family day.
La visione antropologica della terza carica dello Stato, che si candida a governare il Paese con la lista Liberi e Uguali, ci conferma che la dignità e l’integrità dell’essere umano è a un bivio, che le elezioni politiche restano un nodo fondamentale e che anche la prossima legislatura vedrà in campo forze che avallano la deriva nichilista della nostra società e, in quanto tali, non possono essere oggetto del nostro consenso”, conclude Gandolfini.

Roma, 1 Febbraio 2018

Comitato Difendiamo i Nostri Figli

BOLDRINI

 

Annunci

Un pensiero su “UTERO IN AFFITTO – Gandolfini unica voce contro la barbarie

  1. Non mi sembra affatto che Gandolfini sia l’unico ad opporsi all’utero in affitto
    Infatti due anni or sono Mario Adinolfi promosse la raccolta firme proprio contro l’utero in affitto
    la raccolta firme aveva per titolo” Ifigli non si pagano,le mamme non si affittano”
    E ancora oggi, il Pdf continua ad opporsi alla barbarie della mercificazione del corpo della donna e alla decisione egoistica di ordinare figli che sono gia’ “orfani”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...