Cile e Perù. Niente Argentina.

L’arrivo nell’aeroporto di Santiago, in Cile, è previsto per lunedì 15 Gennaio, alle 20.10, ora locale. Questo viaggio in America Latina (è il sesto e toccherà Perù e Cile: Bergoglio si guarda bene dal tornare in Argentina: è soltanto il timore dei voceros?) rischia di rivelarsi un fallimento sotto molti punti di vista.

cile e perù

Il professor Roberto González Gutiérrez, coordinatore dell’incontro del Santo Padre alla Pontificia Università Cattolica del Cile, assicura: La preparazione dell’incontro ha coperto vari aspetti, con enfasi sulla massimizzazione degli effetti del suo passaggio nel tempo. Fiore all’occhiello è lo studio di impatto “L’impronta della visita di Papa Francesco nella società cilena”, contributo specifico dell’Università, del quale i risultati e l’architettura metodologica saranno un regalo che la delegazione pontificia si porterà a casa per poter poi applicarla a futuri viaggi pastorali. 1.800 persone hanno già partecipato alla prima fase del rilevamento della percezione della vita ecclesiale in relazione a vari aspetti della società cilena. Le risposte si compareranno a quelle che le stesse persone daranno dopo il passaggio del Santo Padre.”

Come dire “se non hanno più pane, che mangino brioche”: il Cile è un Paese in fiamme, sebbene i media  italiani si siano guardati bene dal dirlo, e si pensa a rendere la visita “storica”, immortale quasi e realizzando un complesso e costoso studio per studiare “L’impronta della visita di Papa Francesco nella società cilena”. L’impressione è che, ancora una volta, si pensi più alla apparenza. Ma el pueblo queste spese non le comprende. Ed oltre a contestare le presunte coperture di scandali protesta per lo sperpero.

CHILE

Ogni violenza, naturalmente,  va giudicata e condannata. In una terra dove venivano praticate stregonerie e sacrifici umani e successivamente invasa dalla massoneria ed infine dal comunismo, ateo menzognero ed omicida, non ci si può attendere molto. Il fatto è che a questi nichilisti disperati e senzadio quasi più nessuno annuncia Cristo e la buona notizia del Vangelo. Ed allora la scomposta e scriteriata contestazione può persino assumere connotati ideologici ed anticristici; satana opera anche in LatinoAmerica.

Però, poiché qualcuno dovrà spiegare il fallimento ennesimo di Bergoglio a noi non latinos, ecco che già cominciano a circolare articoli nei quali obtorto collo viene riferito il motivo del malcontento popolare: naturalmente le spiegazioni sono confuse, approssimative. Come a dire: noi ve lo avevamo detto.

Ed allora ci fermiamo qui: l’Altissimo ben conosce le iniquità di noi mortali, incluse quelle di vescovi e sacerdoti.

Speriamo non succeda nulla di grave ma speriamo anche che ognuno si assuma le proprie responsabilità senza scaricarle,  indistintamente, sulla “folla inferocita”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...