Il popolo di Radio Maria non comprende: lettera aperta a padre Livio

PADRE LIVIO microfonoQuesta lettera, scritta da Anna e Luigi Lonati, oggi  lunedì 7 novembre, è stata inviata via e-mail, a padre Livio Fanzaga Direttore di Radio Maria in riferimento all’intervento del teologo domenicano padre Giovanni Cavalcoli presso la stessa emittente in data 30 ottobre 2016. Anna e Luigi Lonati hanno poi voluto condividere questa lettera nel gruppo facebook“Solidarietà a padre Giovanni Cavalcoli” con le centinaia di persone aderenti al medesimo gruppo. La stessa lettera, PER ESPLICITA VOLONTA DEGLI AUTORI, viene ora diffusa acchè diventi una sorta di “lettera aperta” dove ciascuno può apporre la propria firma e/o commentare la stessa.  Ed è stata già pubblicata da alcuni siti e blog oltre che sullo stesso facebook in una nota (CLICCA QUI) 

Caro Padre Livio,

dobbiamo ai tuoi insegnamenti gran parte della nostra formazione: la tua fede ed il tuo entusiasmo e soprattutto il tuo coraggio nell’annunciare la Verità, ci hanno contagiato molti anni fa e da allora ti abbiamo seguito sempre. Radio Maria è divenuta per noi un’insostituibile guida nel nostro cammino di fede accompagnandoci ad ogni ora della giornata.

Abbiamo seguito con estrema attenzione quanto è successo con Padre Cavalcoli e, con il cuore in mano, ti diciamo che proviamo una sofferenza indescrivibile.
Quando abbiamo letto il comunicato stampa di Radio Maria, ci siamo sentiti smarriti: non riuscivamo a capacitarci di quanto stavamo leggendo.
Abbiamo letto ed ascoltato più volte quanto detto da Padre Cavalcoli e ti chiediamo, cosa ha detto di sbagliato?

Più volte ti abbiamo sentito parlare nello stesso modo, quindi anche quanto tu hai sempre detto non rispecchia più il pensiero di Radio Maria?
Anche i messaggi della Madonna non rispecchiano il pensiero di Radio Maria?
Quante volte ci hai ricordato i messaggi di Fatima e della Salette e dell’intervento di Dio nella storia, anche con forti ammonimenti, come segno della Sua Misericordia.
Ma ora non bisogna più leggere i segni dei tempi?…e dobbiamo proibire a Dio di esercitare come meglio crede la Sua Misericordia?

Padre Cavalcoli non è un profeta di sventura e non ha invocato il castigo divino ma parlando del terremoto ha detto che “… mi ha profondamente colpito questa enorme disgrazia della distruzione della Chiesa, che ricorda a Norcia San Benedetto. Mi ha colpito molto, ripeto, non voglio trarre delle conclusioni che rischierebbero quasi la superstizione… vien fatto veramente di pensare che qui siamo davanti, chiamiamolo castigo divino, certamente è un richiamo molto forte della provvidenza, non diciamo nel senso afflittivo, ma nel senso di richiamo alle coscienze, per ritrovare quelli che sono i principi della legge naturale”.
Non ha parlato dei terremotati come destinatari di un intervento divino punitivo.
Non avendone parlato, ciò che afferma Mons. Beciu: “Non possiamo non chiedere perdono ai nostri fratelli colpiti dalla tragedia del terremoto per essere stati additati come vittime dell’ira di Dio” è falso, pretestuoso ed ingannevole.

E’ avvenuto un fatto gravissimo, cioè che ad attaccare Radio Maria, sia stato il sostituto alla segreteria di stato del Vaticano e che Mons. Galantino gli abbia fatto eco.
L’aggressione a Radio Maria, avrebbe dovuto avere come tua risposta, un pieno sostegno a Padre Cavalcoli ed una pacata spiegazione, come tante volte hai fatto, su ciò che da sempre significa: la Misericordia Divina, l’intervento di Dio nella storia umana, la lettura dei segni dei tempi attraverso gli occhi della fede.
Ovviamente, avresti dovuto richiamare il peccato degli uomini ed il peccato dei popoli… Hai invece rinnegato te stesso e i tuoi insegnamenti che sono sempre stati conformi alla vera dottrina cattolica.
Poichè stai tagliando le radici di Verità su cui Radio Maria stessa è cresciuta, come potrà Maria sostenerla?
Noi preghiamo perché la nostra Madre Celeste ti illumini e ti aiuti a rimanere fedele a Lei e a Suo Figlio, nonostante il fuoco amico e la persecuzione di parte della Chiesa gerarchica.
Quella che non vuole che si dica che vi sono leggi (Divorzio, Aborto, Fecondazione Assistita, Riconoscimento delle Unioni Omosessuali, Utero in Affitto…) che vanno apertamente contro Dio e che rifiuta la possibilità che Dio stesso, per Sua grande Bontà e Misericordia, possa intervenire nella storia per richiamare a sé gli uomini.

Con affetto
Anna e Luigi Lonati

Annunci

20 pensieri su “Il popolo di Radio Maria non comprende: lettera aperta a padre Livio

  1. Condivido in pieno quanto avete scritto. Anch’io ho pensato le stesse cose e ho sofferto per il comportamento di Radio Maria. Tuttavia, è chiaro ed è pacifico che, Padre Livio non può mettersi in contrasto con il Vaticano. Se la Radio di Maria è andata avanti fino ad ora è grazie alla “tattica” non disgiunta da una intelligenza oltre la norma di Padre Livio. Il timore vero che ho, è che dal Vaticano “scappava a voglia” da tutte le parti di colpire Medjugorje e l’hanno fatto a sproposito colpendo Radio Maria. Padre Cavalcoli, come certamente saprete, non è la prima “vittima” e io vedo questo atteggiamento di Padre Livio, suo malgrado, come un “atto dovuto”. Aumentiamo, pertanto, le nostre preghiere, perché avete ragione nel dire che la sofferenza è tanta. Virgilio

    • E poi,Radio Maria,è finanziata dallo Stato e,pertanto condivido l’atteggiamento ,diplomatico ,pacato e attento di Padre Livio. Cio che auspico,da Radio Maria,è una forte presa di posizione contro chi ci governa e si arricchisce alle spalle del popolo sofferente ed impoverito.”Maledetti voi che imponete agli altri dei pesi così gravosi che voi stessi non siete in grado di sopportare”(dal Vangelo di Cristo)!!

      • Radio Maria NON è sostenuta ne dallo stato tanto meno dal vaticano , ma dalle offerte degli adcoltatori, che spero tanto si sveglino e non le diano più niente, perché è una radio tiranna con i suoi dipendenti ( a parte due sorelle) , i volontari trattati a pesci in faccia ecc. ecc

  2. In tutte le apparizioni mariane commentate da Padre Livio stesso a Radio Maria egli ha sempre riferito – e anche ripetutamente – il messaggio accorato della Madonna che se continuiamo a peccare verranno i castighi di Dio. A La Salette la Madonna disse a Melania e Massimino che quell’anno la terra non avrebbe dato i suoi frutti A CAUSA DEI PECCATI DEGLI UOMINI, perché gli uomini bestemmiavano e non ANDAVANO A MESSA LA DOMENICA. A Fatima la Madonna ha detto: “SE GLI UOMINI NON LA SMETTONO DI OFFENDERE DIO, SCOPPIERA’ UNA GUERRA PEGGIORE”. Ed è scoppiata la 2^ guerra mondiale. La catechesi della Madonna non voleva dire che tutti coloro che sono morti durante la seconda guerra mondiale erano peccatori, ma che la causa della guerra è il peccato degli uomini. Poi una volta che la guerra è scoppiata, muoiono anche persone innocenti. Sempre Padre Livio ripetutamente a Radio Maria ricorda i 10 segreti di Medjugorie e che gli ultimi sette sono castighi. Per coerenza dovrebbe sospendere …… anche se stesso! Hanno ragione coloro che affermano di essere sconcertati, delusi e anche scandalizzati da Padre Livio. Quando Padre Livio – commentando le apparizioni di Akita in Giappone- riferisce che la Madonna ha detto che “disgustato dai peccati degli uomini il Padre manderà un grande castigo su tutta l’umanità”, oltre a Padre Livio deve essere sospeso anche i Padreterno? Siamo al ridicolo oltre che allo scandalo.

  3. Il fatto che ci sia da parte della direzione di radio Maria la profonda paura di un commisariamento di radio Maria da parte del Vaticano la dice lunga sullo stato corrotto in cui versano alte cariche della Chiesa attuale, per fare dei nomi, Galantino e Becciu. Cio nonostante scendere a compromessi con la verità è un fatto gravissimo. La prima forma di Carità è la verità stessa, senza la quale non ci può essere alcuna forma di Carità. “Caritas in veritate” la aurea enciclica di Benedetto XVI esprimeva il senso pieno di questo concetto. Invito don Fanzaga a rileggersela perché temo se la sia dimenticata. Nelle parole di Padre Cavalcoli c’era la verità teologica ed evangelica sul tema trattato, e la sua esposizione nella totale chiarezza è stata di una delicatezza straordinari. Oppure Radio Maria intende scaricare anche Gesù e il Vangelo quando si dice senza mezzi termini: «Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subito tale sorte? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quelle diciotto persone, sulle quali crollò la torre di Siloe e le uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo».

  4. Io esprimo piena solidarietà a Padre Livio e a Radio Maria che sostengo e seguo da anni ed ha contribuito alla mia formazione.
    Esprimo solidarietà anche a Padre Cavalcoli che stimo per aver seguito le sue catechesi.
    Il Vaticano è entrato a gamba tesa non riportando il vero significato dell’intervento di Padre Cavalcoli e ritengo che abbia voluto colpire Radio Maria,una voce diversa dal coro in un tempo in cui si parla solo di Misericordia di Gesù, di Dio come se a Dio andasse tutto bene omettendo la parola Giustizia Divina.
    Ricordo a tutti le parole di Papa Benedetto XVI nel libro “Guardare a Cristo”. J. Ratzingher duce: Un Gesù che sia d’accordo con tutto e con tutti,senza la Sua santa ira,senza la durezza della Verità è del vero amore non è il vero Gesù come lo mostra la Sacra Scrittura ma una miserabile caricatura”
    Chi non considera la “collera di Dio ” ma parla di Misericordia come se a Dio andasse tutto bene immagina un Dio sognato che non è quello della Bibbia.
    Io comprendo Padre Livio e ritengo che ha dovuto prendere questa decisione per il bene di Radio Maria e penso gli sia costata molto.
    Forza Padre Livio la Mamma Maria ti aiuterà ed aiuterà Radio Maria.
    La Madonna ad Anguera ha detto che è iniziata la persecuzione dei figli che difendono la Verità e che anche la stessa Santa Chiesa Cattolica come tutto ol mondo saranno purificati perché avvenga il trionfo del Suo Cuore Immacolato.

  5. Condivido! doveva essere difeso da padre Livio il padre Cavalcoli che ha parlato in verità e nell’ amore verso noi a salvarci nel metterci in ciò che è Giustizia di Dio che in Dio è sempre amore a noi perché richiama per il ns/vero bene l’uomo che dimentica Dio, che si mette al posto di Dio contro Sua Parola e Verità va alla perfezione eterna va all’ inferno per l’eternità! Dio sarà solo Giustizia quando lasceremo la terra be saremo davanti a Lui! Qui in terra è Giustizia per Amore come per Amore la Giustizia è superata dalla Sua Misericordia quando si torna a Lui,ci si pente mentre Egli ci dice però: va (in pace con Me nella Mia Grazia) ma non peccare più!

  6. Condivido in pieno la lettera. Sono profondamente amareggiato per aver dovuto constatare che l’ipocrisia è uno dei difetti di cui soffre padre Livio, sacerdote che stimavo. Capisco che Radio Maria necessiti di denaro e che i ricatti di certi ambienti curiali possano far temere un danno economico, ma, caro padre Livio un certo Gesú disse “Non si può servire Dio e Mammona”.

  7. Caro padre Livio, hai gettato la maschera! Ci hai presi in giro per anni!!! Basta che un qualche apostata, purché salito in carriera, abbai che tu subito rinneghi la verità per accodarti servilmente a lui. Ma ricorda che Gesú è la Verità e se tu ti vergogni di professarla, Lui poi si vergognerà di te. Detto questo, ti annuncio che sospenderò di dare i contributi che mensilmente versavo a Radio Maria e getterò i tuoi libri dove si gettano le cose inutili, non perché i libri siano in sé brutti, tutt’altro, ma perché sono scritti da una persona falsa e meschina.

  8. Padre Livio, che delusione!!! Ti sei venduto all’apostasia, anche tu un misero rimBergoglionito che segue i vuoti slogans anti-cristiani di Bergoglione I l’eretico. Quando cambierai il nome dell’emittente in Radio Lutero o Radio Sodoma?

  9. Ma dite di conoscere Padre Livio e poi scrivete una lettera del genere ? Dovreste sapere che lui e’ pronto a fare DI TUTTO per Radio Maria e la Madonna. Padre Livio è bravissimo e coi suoi criteri imprenditoriali ha creato dal nulla e con nulla una rete di radio mondiali eccezionale. Uno dei suoi criteri base è essere aziendalista cioè papista prima e al di sopra di ogni cosa è cosi ha eliminato quello che poteva essere un problema tra Radio Maria e il Vaticano. Tutto qui. Ma sa benissimo che Padre Cavalcoli non ha detto niente di strano o di sbagliato. Poi, da persone intelligente quale egli e’, ha sicuramente capito che il Papa attuale non e’ esattamente un estimatore di Medjugorie e allora cerca AD OGNI COSTO di mantenere un peofilo basso e non creare nuove situazioni di attrito col Vaticano. Ringraziarlo piuttosto nel constatare fin dove può arrivare la sua difesa della Radio, della Madonna e di Medjugorie.

    • Mi sembra che qui si stia parlando di un’impresa prettamente umana: Radio Maria si è sempre situata su di un altro, alto livello. Essa dipende dalla generosità di molti, da acume imprenditoriale-certamente, ma Radio Maria è Radio Maria perché dipende da Lei, perché è sostenuta da Lei, difesa da Lei, guidare da Lei, dalla nostra Mamma Celeste! Padre Livio, non è mai troppo tardi per ricordarsene e riprendere il cammino seguendo Lei, non intimidazioni varie!
      La sostengo con la preghiera.
      Margherita Roberti

  10. Sono d’accordo con padre Cavalcoli, ma prego che padre Livio sia solo spaventato come gli Apostoli quando fu crocifisso Gesù, che fuggirono tutti, poi però ritornarono pronti a dare la propria vita per portare la Verità ai popoli. Solo Giovanni rimase. Speriamo che avvenga così, perché l’atteggiamento al momento lascia sgomenti e crea confusione. Mirella

  11. Ora che scrivo sono le 3 di notte, l’ora in cui si scatenano le forze delle tenebre. Chiediamo a Dio di risollevarci, nella sua infinita Misericordia, di riscattarci dalla nostra continua e abbondante miseria, fidiamoci nel continuare a seguire la strada tracciata da Lui per noi personalmente, nel cammino faticoso e gioioso della sequela a Gesù Cristo nella Sua Grazia…

    Dal salmo 91:
    <>

    e per la Sua fedeltà gioiamo, (dal salmo 30):

    <>

    E sull’esempio di Nostro Signore, affidiamo le persone coinvolte perché tutte possano essere guardate e guardare l’ineffabile Amore che ci chiama a salvezza.

    Maria, Madre della Chiesa prega per noi.
    Maria, Madre di Cristo prega per noi.
    Maria, aiuto dei cristiani prega per noi.
    Maria, consolatrice degli afflitti prega per noi.
    Maria. Regina degli apostoli prega per noi.
    Maria, Regina del Santo Rosario prega per noi.
    Maria, Regina della famiglia prega per noi.

  12. Sono profondamente avvilita nel constatare che pure Radio Maria sia passata dall’altra parte. Carissimi fratelli in Cristo preghiamo per Padre Livio e per il Vaticano, il Signore ci passera’ tutti per il crogiuolo. Chiediamo al Signore che ci guidi nel combattere la buona battaglia e che non permetta mai che perdiamo la nostra fede. Come Maria, affronteremo un mare di amarezza, ora siamo solo sulla battigia. Forza, avanti. Quel che conta e’ non perdere la Fede. Sia lodato Gesu’ Cristo anche per questa croce.

  13. P. Livio Fanzaga si sente forte solo quando ha il microfono in mano. Quando deve affrontare certe situazioni di disagio (sopratutto dottrinale), pugnala alla schiena anche un fratello che esprime il proprio pensiero. Il Vaticano non può intervenire su Radio Maria. Infatti non è sotto la sua autorità. Questo perchè il furbo Fanzaga è riuscito, cambiando l’originale statuto, a togliere ogni aggancio ad essa. Resta però un problema: qualunque sacerdote che parli da questo pulpito è sotto l’autorità della Chiesa. E questo, il furbo Fanzaga, lo sa e teme ripercussioni alla SUA immagine. Degli altri “chi se ne frega” (parole sue)…

  14. Buonpomeriggio a tutti i cristiani del mondo. Bisogna pregare per Padre Livio Fanzaga, perché il demonio ( come a tentato a San Pietro Apostolo, il rinnegamento di conoscere Gesu Cristo) l’ho sta attaccando nella sua anima, con il tacere senza prendere posizione a difendere la “pura e santa verità” espressa dal Santo uomo Frate Giovanni Cavalcoli. Preghiamo perche Padre Livio, abbandoni il silenzio e parli in difesa di questo umile frate Giovanni Cavalcoli. Che la Santa Trinità, Santa maria, San Giuseppe, San Pietro e San Paolo con tutti i 12 apostoli benedicano entrambi Padre Livio e Frate Giovanni cavalcoli. Si é vero quando l’uomo si allontana dalle leggi divine, Iddio onnipotente, puo’ permettere catastrofi (come appunto il terremoto) allo scopo di richiamare (in questo caso il popolo italiano) ad riprendere ed ubbidire ai 10 comandamenti e ai 2 comandamenti insegnatici da Nostro Signore Gesù Cristo, (cioe, ama il prossimo come te stesso ed ama Iddio con tutto il cuore, la mente eccetera). Forza caro frate Giovanni cavalcoli, siamo con te, e siamo grati e onorati che tu hai avuto il buon coraggio di affermare la verità insegnataci da Gesù. ( Ricordiamoci l’episodio della torre di Siloe, cosi se l’Italia e il mondo intero non si convertono, puo’ arrivare una punizione divina, percio’ eliminiamo le leggi dei matimoni omossessuali, il divorzio, eccetera, ne và della sopravivenza dell’Italia e del mondo intero); se il popolo italiano si converte sarà un buon esempio per aiutare le altre nazioni della terra alla conversione, come dice la Regina della Pace a Medjiugorje dall’anno 1981. Ciao e pace, bene e salute a Frate Giovanni e Padre Livio, preghiamo per loro due e per convertire gli apostati della dottrina cattolica, che si nascondono all’interno del Vaticano, come disse il Santo Papa Paolo 6°, “sembra che da qualche parte, sia entrato nella chiesa il fumo di Satana”, infatti si sta sempre più ,affermando un pensioro di tipo “Protestante” e non “Cattolico, Apostolico, Romano”. Arrivederci a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...