lettera a padre Livio (riguardo padre Cavalcoli)

Ave Maria

AVE MFratelli in Cristo,

siete tutti al corrente delle ingiuste accuse (ingiuste e scurrili) che stanno piovendo in queste ore sul Sacerdote Domenicano padre Giovanni Cavalcoli – basta dare uno sguardo al suo profilo facebook per avere la cifra dell’odio viscerale e sulfureo verso di lui– la cui unica “colpa” è quella di aver ribadito le Verità di fede patrimonio della Chiesa di Cristo e provvidenzialmente condensato nel Catechismo della Chiesa Cattolica voluto profeticamente da San Giovanni Paolo II e dall’allora Prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede Cardinale Ratzinger.

Come sapete lo ha fatto attraverso una radio cattolica. Codesta Emittente, che la Regina della Pace ha ispirato e che tanto bene ha compiuto, in questi due decenni,  in Italia come argine alla scristianizzazione del Paese, ha però ritenuto di prendere le distanze nettamente da padre Cavalcoli. E lo ha fatto in modo ingeneroso, annunciando urbi et orbi, che quelle del Domenicano non sono parole in linea con la Radio e sospendendo tout court lo stesso Religioso che, con una sorta di diminutio, è stato definito un “collaboratore esterno”.

siamo-con-leiIn rete, accanto alle luciferine accuse, sono apparsi centinaia e centinaia di attestati di stima e di solidarietà verso padre Cavalcoli. Un gruppo, denominato “Solidarietà a padre Giovanni Cavalcoli”, sorto ieri sera venerdì 4 ottobre, ha raccolto centinaia di adesioni con innumerevoli messaggi di stima, affetto, comprensione e, appunto, solidarietà sincera.

Uno dei membri aderenti ha voluto condividere con tutto il gruppo una lettera inviata al Direttore della radio in questione che ha “abbandonato” padre Cavalcoli al suo destino ed alla gogna mediatica già detta ed agli strali del Vaticano. Riportiamo per intero la missiva certi che in essa si ritroveranno molti lettori:

Caro Padre Livio,

questa mia viene dalla necessità di esprimerti il mio sentimento e le mie decisioni a seguito della dissociazione che avete fatto in merito alla questione di Padre Cavalcoli. Scrivo queste due righe solo per la stima e l’ammirazione che ho nella tua persona e nulla più…
Padre Cavalcoli, come ben sai, è uno dei più raffinati e profondi teologi della Cristianità, secondo solo a Ratzinger.
La cosa che mi sorprende è come, una Radio come la Vostra (nostra) si sia dissociata da un commento ad una catechesi…. Invece di spiegare e avvalorare la tesi di Cavalcoli, lo avete respinto ed escluso come se avesse detto delle eresie. Il Padre, da profondissimo conoscitore, è rimasto ben dentro il recinto della Dottrina e della fede argomentando le sue affermazioni in maniera profonda. Capisco bene che sono argomenti assai arguti per il volgo, ma è anche vero che voi, dissociandovi, vi siete resi simili a trasmissioni vomitevoli come Lo zoo di 105 e La zanzara.
L’attacco mediatico che ha e sta subendo il Padre è di una vergogna inaudita e puzza di zolfo da chilometri… e voi cosa fate? Pur di tener buono il popolino, pur di accontentare gente di mediocre sincerità e di maligna cattiveria, vi dissociate da parole che nulla hanno di scandaloso. Lo stesso Becciu (stimato Vescovo) ha fatto ugualmente, ma lui ha parlato a titolo personale e comunque per la Segreteria di Stato che tutto ha tranne che compiti “teologici”… molto grave sarebbe stato se lo stesso intervento di Becciu l’avesse fatta la Congregazione per la Dottrina della Fede.
Questa dissociazione, questo lasciar solo il Padre rende Radio Maria alla stregua di media di Regime, alla stregua di trasmissioni come quelle sopra citate…
Chi ti parla, è rimasto sotto le macerie del terremoto del 2012 e ben conosce cosa vuol dire un sisma… allora interpretai il sisma come la volontà di Dio (sia esso un castigo o meno)…. la il peccato ha sempre come conseguenza un castigo… tu stesso lo hai detto più volte…
Ritengo inoltre il comunicato di Radio Maria, quanto meno demenziale (non so chi l’abbia scritto)…. cosa c’entra “l’azione pastorale di Francesco” con la sana Dottrina e il Catechismo della Chiesa Cattolica? Dottrina e Catechismo che il Padre Cavalcoli non ha affatto violato, anzi ha sempre rimarcato. Chi gode di questa chiusura della trasmissione?
inoltre… hai dato un’occhiata ai commenti su Facebook, al netto delle porcheria di taluni? Tutti suonano la stessa campana contro tale dissociazione, contro questa campagna demoniaca e contro la sospensione.
In una parola, caro Padre Livio, VERGOGNA!!
Da subito smetto di ascoltarvi…. e da subito quel piccolo contributo che da anni davo nel nascondimento e nell’anonimato, lo convergo a chi, questa sofferenza lo sta subendo nel silenzio e nella preghiera: le Clarisse di Camerino. Al pari farò fare alle decine di persone che conosco e che aiutavano la radio. Ho capito che non avete bisogno di un’anima che vi ascolta, altrimenti rischia di rimanere scandalizzata… al pari non avete bisogno di chi vi aiuta!
Padre Livio… volevo metterti in guardia dallo schiaffeggiare la Provvidenza!!!
Il martirio non è solo quello fisico, ma anche e specialmente spirituale e morale… ed è quello  che sta subendo il Padre Cavalcoli.
Memento

***

Ci sia infine permesso di segnalare due ottimi articoli: quello di Riccardo Cascioli del 5 novembre (CLICCA QUI PER LEGGERE) e quello di Marco Tosatti del 6 novembre (CLICCA QUI PER LEGGERE ) nei loro rispettivi siti internet: la Nuova Bussola Quotidiana e Stilum Curiae 

Annunci

10 pensieri su “lettera a padre Livio (riguardo padre Cavalcoli)

  1. sono d’accordo con questo fratello….padre Giovanni andava difeso e non cacciato….ricordiamo che Giovanni Battista per aver parlato chiaro e apertamente, ci ha rimesso la testa….e tanti tanti profeti e uomini di DIO PER AVER DETTO LA VERITà….CI HANNO RIMESSO LA VITA…padre LIVIO, non so cosa ti abbia preso, non ti riconosco piu’, in quasi trenta anni che ti seguo, ora non riesco a capire il tuo atteggiamento…chiedi scusa a padre Giovanni e spiega che DIO NON PUNISCE IL PECCATORE MA IL PECCATO, E a volte le calamità naturali questo ce lo ricordano, non perche’ quei nostri fratelli siano piu’ peccatori di noi….questo mai.

  2. Complimenti vedo che il buon cuore e il perdono, sono sentimenti che condividete da buoni Cristiani, io non ho seguito la vicenda ma con questa lettera non siete meno della tanto accusata Radio Maria.

      • Effettivamente non mi sono spiegato bene, mi riferisco alla parte finale dell’articolo, dove si dice che non ascolterà più radio Maria, ecc. E come dire radio Maria ha dato sempre un buon servizio e ammesso e non concesso’ha fatto uno sbaglio, allora non vale più tutto il bene fatto ma solo il singolo errore, mi sembra un po’ eccessivo. Che la Mamma Celeste ci guidi e ci benedica tutti

  3. Io ho riascoltato attentamente le parole di Padre Giovanni Cavalcoli (disponibili sul sito di Radio Maria) e non vi riscontro proprio nulla che sia non conforme alla dottrina cattolica, per cui non riesco a capire il motivo della sospensione. Possibile che Padre Livio si sia fermato solo alle parole – peraltro completamente stravolte – riportate dai mass media per giudicare Padre Cavalcoli? Certo è che siamo in un tempo in cui bisogna aprire bene gli occhi e se anche Radio Maria si conforma alla “mentalità di questo mondo” significa che troverò qualche altro soggetto a cui fare le mie offerte.

  4. Purtroppo è da tempo che Radio Maria e il suo direttore hanno modificato la propria linea, prima perfettamente conforme alla dottrina cattolica, ora sempre più tristemente allineata al politicamente corretto. Io ho smesso di ascoltarla e di sostenerla da quando sono iniziate le misericordiose epurazioni di validi conduttori (vedi il compianto Mario Palmaro, De Mattei, Gnocchi e altri), avendo notato, in più di un’occasione, che quello che in precedenza veniva sostenuto con forza improvvisamente era diventato argomento tabù.
    Mi riferisco, ad esempio, alla condanna dell’indifferentismo religioso e dell’equiparazione delle cosiddette ‘tre religioni monoteiste’, su cui per anni ho sentito insistere padre Livio, mentre ora, stante il nuovo corso nella Chiesa, di quella severa condanna non vi è più traccia.
    Tutto questo – a mio giudizio – è molto inquietante, oltre che decisamente amaro e doloroso.

    • Gentile signora Maria,

      trovo le sue parole molto azzeccate: credo che molti ascoltatori (o ex ascoltatori) si ritrovino completamente in quello che lei ha scritto. E la stessa amarezza che lei prova la ritrovo in tanti altri commenti letti qui e la oppure ascoltati dalla viva voce di persone che, purtroppo, hanno colto con stupore e dolore queste incomprensibili scelte e prese di posizione da parte di padre Livio.

      Infine nel ringraziare Lei (e tutte le persone che stanno commentando) per le preziose condivisioni non posso che auspicare un “risveglio” da parte di padre Livio che passa attraverso le nostre povere ed umili preghiere.

      Ogni Bene.

  5. I peccatori sono vittime del maligno. Sono figli malati che hanno bisogno di essere aiutati. Quale padre giudica e punisce dei figli malati? La Chiesa è in errore perchè lega la Verità (Vangelo) alla menzogna (Antico Testamento) della tradizione ebraica. Come possiamo pensare che il diluvio Universale, la distruzione di Sodoma e Gomorra, le piaghe d’Egitto, lo sterminio dei primogeniti egiziani ecc. siano opera di Dio che è amore e perfezione assoluti? E’ Lucifero la causa di tutti i mali dell’Umanità. TERREMOTI, CALAMITA’, MALATTIE, INFERMITA, INCIDENTI, SCIAGURE, FAME E GUERRE NON VENGONO DA DIO MA DA LUCIFERO CHE IN VIRTU’ DEI PECCATI INFLIGGE GRADI DI MORTE AL CREATO. Pregate per i religiosi che non pregano.

  6. Non ho letto tutto l’articolo e spero di non ripetere altri interventi. Condivido pienamente la lettera a p. Livio; condivido l’invito che gli viene fatto a vergognarsi (ma lui “se la sbatte” – parole sue); condivido il sostegno morale al padre, fatto personalmente anche dal sottoscritto. Ciò che non mi vede d’accordo è il fatto che non si sia mandata anche una lettera al Vaticano, dopo il suo intervento. Una domanda a tutti i lettori: la posizione di p. Cavalcoli è in linea con l’insegnamento magisteriale della Chiesa di Roma?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...