Quaggiù siamo di passaggio: cerchiamo l’essenziale

rita cioceRita Cioce è una ragazza barese, poco più che quarantenne, “trapiantata” per studi e lavoro nella Capitale (anche se ora vive in un angolo di paradiso sul Tirreno, non distante dall’Urbe). Di formazione umanistica si occupa, fra le altre cose,  di Editoria e Comunicazione sul web.

Parliamo di lei perché l’altro giorno ha pubblicato sul suo profilo facebook una breve nota: inondata di “mi piace” la sua riflessione ci piace e pensiamo che piacerà anche ai lettori. La riproponiamo qui senza altri commenti o presentazione: è già di suo essenziale e senza fronzoli e non necessita di alcuna introduzione:

LA SALETTEDi fronte alle decisioni più importanti della mia vita, un pensiero mi ha sempre accompagnato: la morte. Attenzione non è un pensiero nefasto, semplicemente ogni volta che penso che la mia vita terrena finirà, riesco a guardare più lucidamente ai problemi che incontro. Di fronte alla morte, ogni cosa acquista il giusto peso, e le preoccupazioni che da sempre ci accompagnano sembrano, in un attimo, trovare la giusta collocazione nella piramide dei valori di cui dovrebbe essere fatta questa vita. La morte non può non farmi pensare a Dio, al senso, e alle domande più intime e profonde a cui tutti gli uomini sono chiamati a rispondere. Ma cosa impedisce all’uomo di dare un volto reale a Dio?   La ragione, o meglio la nostra spiccata razionalità. Questa ci impedisce di vedere il disegno universale: il mondo che abitiamo ne fa parte ma non ne è il centro: è la grande verità che dovrebbe illuminarci. Eppure quando la morte ci viene a trovare, a tutti capita di sperare che sia solo un passaggio.
NETTUNO PARADISO

“Quando riconosci l’immensità della creazione, il passo successivo e spontaneo è la ricerca del Creatore…”

Allora perché viviamo tutta una vita come se il passaggio non esistesse? In realtà quello che chiamiamo passaggio è un ritorno. Siamo stati creati per un altro regno e la morte ci consegna alla terra celeste a noi da sempre destinata. Queste riflessioni, che a qualcuno possono sembrare quelle di una pazza, sono le riflessioni più concrete e logiche che io abbia mai tratto. Dio attraverso la promessa del regno celeste risponde alle domande che ci animano tutti e da sempre: perché viviamo? Che senso ha la vita? La vita terrena è la terra d’esilio dove siamo stati condannati a vivere dopo il peccato originale ma che è stata lavato dal sangue di Gesù. Questa è quella che si chiama: la buona notizia! Non saremo sulla terra per sempre ma Dio ci aprirà le porte del suo regno. Non saremo sulla terra per sempre ma Dio ci aprirà le porte del suo regno. Ecco che la morte, come dice San Paolo, perde il suo pungiglione diventando il momento più bello della nostra esistenza.

rosa e boccioliniQual è il prezzo da pagare per l’immenso che ci viene dato? Solo un verbo: amare. Due sono i mondi: il Celeste e il corruttibile. Credere nel primo ci dona le risposte a tutte le domande, facendo svanire la paura. D’un tratto tutto ciò che appartiene a questo mondo acquista solo un senso: la vita che ci è stata donata è il mezzo che abbiamo per raggiungere quella eterna. Meritare il Regno di Dio vivendo nel suo Nome. Vivere in pensieri e azioni che possano sempre rendergli gradita la nostra vita, chiedendogli di starci accanto e indicarci la strada per compiere le sue volontà. Rivolgiamoci a Lui perché ci guidi e ci aiuti a compiere azioni che possano rendere orgoglioso di noi, nostro Padre. Non possiamo ignorare l’esistenza di un regno spirituale, ne abbiamo i segni tutti i giorni ma li ignoriamo, troppo impegnati a fare altro.

Eppure verrà un giorno in cui anche il più ateo si troverà a sperare che quel che ho scritto sia vero..(Rita Cioce)

binari cielo papaveriNota pubblicata il 13 giugno 2016 col titolo “L’essenziale”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...