LUISA PICCARRETA, 150° ANNIVERSARIO: un primo bilancio

159 luisaSabato 23 aprile 2016 si conclude il 150° Anniversario dalla nascita della Serva di Dio Luisa Piccarreta, anima mistica pur nella semplicità di una vita essenziale e rigorosamente al largo da bizzarre esegesi o teologie deviate.

Luisa nasce a Corato, in provincia di Bari, il 23 aprile del 1865: e dalla sua città natale, dove ora riposano i suoi resti mortali nella attesa della Risurrezione dei corpi e della vita che verrà, si è irradiata in tutto il mondo la eco dell’anniversario.

Di seguito viene riproposto un sintetico panorama di questo anno. E’ pubblicato sul sito ufficiale. Ecco il testo integrale:

“Chiesa nel Divin Volere”

23 Aprile 2015-23 aprile 2016

 

Sembra solo ieri quando la città di Corato ed in primo luogo l’Associazione P.F.D.V. si preparava a vivere un nuovo grande evento, voluto per celebrare i 150 anni della nascita di Luisa Piccarreta, per dar seguito e fissare un nuovo traguardo al lungo cammino cominciato da e con la nostra concittadina: la vita nella Divina Volontà.

«Carissime e carissimi, vi do il mio benvenuto al IV Convegno internazionale sulla Serva di Dio Luisa Piccarreta dal tema: “La Chiesa nel Divin Volere!”».

CONVEGNOSua Eccellenza Mons. Giovan Battista Pichierri (Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, titolare di Nazareth)  dava così inizio, al Convegno, della durata di tre giorni,  presso la Chiesa del Sacro Cuore il 23 aprile 2015, rivolgendo il suo  saluto a quanti avevano accolto l’appello a riunirsi nella città di Corato per vivere un evento di comunione e gioia.

In occasione della chiusura dell’anno che ha visto la celebrazione del 150° anniversario della nascita di Luisa vogliamo ripercorrere insieme i punti salienti del Convegno, gli obiettivi che si sono posti e i frutti che si sono prodotti.

Ricordare e ringraziare innanzitutto le centinaia di pellegrini, senza i quali il Convegno non avrebbe avuto la giusta dimensione, giunti da varie nazioni del mondo: Irlanda, Belgio, Danimarca, Spagna, Francia, Germania, Polonia, Canada, Sati Uniti (California, New York, Ohio, Pennsylvania, Tennessee, Texas, Washington, Florida, Illinois, Massachusetts, Wisconsin) Messico, El Salvador, Nicaragua, Costa Rica, Colombia, Venezuela, Perù, Nigeria, Filippine, Corea, Australia, diverse regioni dell’Italia e naturalmente Corato, spinti dal desiderio di voler approfondire la conoscenza di Luisa e del suo messaggio.

Lo spirito del  Convegno è stato quello di voler vedere uniti tutti questi gruppi sparsi nel mondo, desiderosi diuniformarsi alla Divina Volontà, attingendo, come rami di uno stesso albero,  la linfa necessaria  per una sana crescita dalla pianta madre che affonda le sue radici nel terreno “universale” della Chiesa:

«… in questi ultimi anni, in sinergia con tante altre realtà legate alla Serva di Dio sorte in tutto il mondo, è stato promosso un continuo processo di chiarificazione, di rafforzamento e di collegamento tra quanti animati da una volontà mossa dalla Grazia, operano per la conoscenza e la diffusione del messaggio di Luisa. Esso mai potrà essere rettamente compreso e vissuto se slegato dalla vita della Chiesa, dalla quale la Serva di Dio ha attinto forza e alla quale ha sottoposto ogni intuizione … Ecco perché, carissimi, abbiamo voluto dare a questo incontro il titolo di “Chiesa nel Divin Volere”. Proprio per significare che, come Luisa ha vissuto nella Chiesa, così quanti sono interpellati dal suo messaggio non possono che vivere nella Chiesa … come figli di questa Madre, dalla quale è piaciuto al Signore farci nutrire affinché arriviamo tutti all’unità della fede e della conoscenza del Figlio di Dio, fino all’uomo perfetto, a raggiungere la misura della pienezza di Cristo[Ef.4,13]».

Queste le parole dell’Arcivescovo Mons. Pichierri per sottolineare lo scopo del Convegno: evitare la dispersione delgregge. E nell’omelia conclusiva del 26 aprile, Mons. Pichierri richiama l’immagine del Buon Pastore: «L’unico “Buon Pastore”, è presente nella mediazione della Chiesa, in altri “pastori” (i vescovi), i quali sono costituiti a guidarla, affinché gli uomini distanti nel tempo e nello spazio dalla vita  terrena del Figlio incarnato possano comunque  incontrarlo attraverso questa -per così dire- incarnazione continua».

Luisa si è fatta sempre guidare dai “pastori”, mantenendosi  salda nella Fede e nell’Obbedienza, sottomettendosi senza sosta all’autorità della Chiesa, anche quando dovette vivere la “notte oscura” nella riprova e nella condanna di quanto Gesù stesso le aveva rivelato.

Luisa PiccarretaEmerge qui un’ aspetto  fondamentale nella vita della creatura che brama di vivere in unità con Cristo: accogliere senza remore quanto le accade intorno, scorgendo in tutto sempre una Volontà divina.

Umiltà e silenzio sono le virtù che Dio ricerca nelle anime alle quali vuole  rivelarsi, “ha guardato l’umiltà della sua serva”, e nelle quali manifestare la Sua grandezza.

Anime a Sua disposizione, al servizio della Chiesa e dei fratelli per divulgare il Suo amore, per renderGli la gloria, la lode che tutti gli uomini dovrebbero dare, senza atti straordinari, ma nella semplicità di una vita ordinaria, e per indicare a tutti la via della santità, “un magnifico percorso di santità adatto a ciascuno perché possibile mediante tutte le attività che ogni cristiano è chiamato a compiere. Una santità dai gesti semplici, quotidiani, spesso nascosti e ripetuti, ma unti dallo Spirito Santo, ricevuto per mezzo del Battesimo … San Giovanni Paolo II «Le vie della santità sono molteplici e adatte alla vocazione di ciascuno … molti laici si sono santificati nelle condizioni più ordinarie della vita. E’ ora di riproporre a tutti con convinzione questa misura alta della vita cristiana ordinaria». Luisa ha vissuto l’ordinario della vita nella continua tensione a farne occasione per invocare in ogni sua più piccola azione la presenza di Gesù ”(Omelia Cardinal Josè Saraiva Martins-Prefetto emerito della Congregazione delle Cause dei Santi-Chiesa Matrice-23 apile 2015).

Questo dunque il cammino al quale siamo tutti chiamati: la santificazione della nostra anima, attraverso le guide spirituali che mai devono mancare, per “formare” le anime.

La formazione non prescinde assolutamente dal cammino di fede. Il Convegno ha affrontato anche questo tema perché tutti i gruppi sin qui giunti abbiano la stessa formazione per essere membra autentiche del Corpo di Cristo, per essere Chiesa che cammina in una sola direzione, che manifesta in toto la sua unità: “Rinnovo per tanto un accorato appello all’unità e alla stima vicendevole … creando un coordinamento tra i singoli fedeli e i gruppi con il coinvolgimento di vescovi … valorizzando la figura del presbitero assistente ecclesiastico … essere presenza attiva nella vita della Chiesa … prestando con gioia e generosità il proprio contributo … nella Chiesa nessuno vive per se stesso, ma tutti sono invitati ad “uscire”… curandosi di accompagnare l’opera della diffusione con il servizio della formazione … non basta introdurre i fedeli alla conoscenza del messaggio  e della vita della Serva di Dio ”(discorso conclusivo Mons. Pichierri-26 aprile 2015).

In tutto questo non vogliamo assolutamente dimenticare tutti i relatori che si sono susseguiti nelle varie sessione del Convegno, che hanno offerto il proprio contributo per un maggior approfondimento della conoscenza della vita e della spiritualità della Serva di Dio Luisa Piccarreta:

Mons. Sabino Amedeo Lattanzio, postulatore diocesano, ha illustrato la vita di Luisa, la sua anima umile, dedita al lavoro, alla preghiera, alla “formazione” delle sue stesse discepole,  contagiando con la sua scelta di vita verginale anche tanti giovani, divenuti in seguito sacerdoti. Molti anche gli aneddoti e le testimonianze raccolte in fase processuale.

Reverendissimo P. Angelo Sardone, rogazionista, storico, ha introdotto la figura di Sant’Annibale Maria di Francia, del suo provvidenziale incontro con Luisa e grazie al quale, ricorrenza nella ricorrenza, si è ricordato il centenario della pubblicazione dell”Orologio della Passione”.

Sua Eccellenza Mons. Michele Seccia, vescovo di Teramo-Atri, a cui è stato affidato il tema della spiritualità del vivere nel Divin Volere nella vita e negli scritti di Luisa; nella vita della Chiesa oggi e quale contributo possono dare alla Chiesa oggi coloro che promuovono questa spiritualità.

Reverenda Suor Nicla Spezzati, ASC, ha affrontato il tema Associazioni e gruppi della Divina Volontà, un dono per la Chiesa.

Reverendissimo P. Luigi Borriello, carmelitano scalzo, docente di teologia spirituale e mistica, che ha introdotto la figura di Luisa Piccarreta nel contesto della mistica del suo tempo.

Professor Marco Vergottini, teologo laico, docente di introduzione alla teologia e di storia  contemporanea, con una relazione dal titolo “La Divina Volontà. L’ universale chiamata alla santità”.

I traduttori e gli operatori del settore che hanno permesso di seguire, da casa, tutto il programma del Convegno in tempo reale.

In virtù di quanto vissuto durante il Convegno gli stessi partecipanti si sono impegnati a fissare dei punti comuni per un  buon prosieguo nel cammino di “Chiesa nel Divin Volere” quali:  essere più fedeli al carisma del “vivere nel Divin Volere” sull’esempio della Serva di Dio Luisa Piccarreta; intensificare la comunione dei gruppi con i propri vescovi; aderire alle iniziative della Chiesa per raggiungere le “periferie esistenziali”; rafforzare i vincoli di unità tra i vari gruppi per rendere sempre più visibile la “famiglia della Divina Volontà”; perseverare nella formazione spirituale; invocare, con la preghiera e gli atti nella Divina Volontà, l’avvento definitivo del Regno di Dio sulla terra come Gesù ha insegnato a chiedere nel “Padre Nostro”.

Non sono certo mancati momenti di convivialità gioiosa come:

la sorprendente esibizione del gruppo proveniente dalla Corea, nei loro tipici costumi e danze, che ha coinvolto tutti.

Il gruppo proveniente dal Costa Rica che, dopo aver raccontato le proprie attività, ha dedicato una canzone di Buon compleanno a Luisa Piccarreta.

MARIA MARGHERITA CHAVEZ - Corato aprile 2015E momenti emozionanti per la testimonianza della Signora Maria Margarita Chavez, della Florida, del primo miracolo di guarigione attribuito a Luisa “La Santa”.

Ad oggi possiamo confermare che la conclusione di questo anno non va certo ad archiviare tutto questo, ma ne traccia la continuità degli impegni prefissi, mostrando i primi frutti:

la  grande famiglia della Divina Volontà e la rete di collegamenti, auspicata all’inizio del Convegno dall’ Arcivescovo Pichierri, ha messo le sue radici, il Sito web è una testimonianza;

ASS. PICCARETAla “Chiesa nel Divin volere” in “uscita” per raggiungere chi è lontano, il viaggio di Don Sergio nelle Filippine per rispondere all’invito  del Vescovo di Bacolod Mons. V. M. Navarra;

La prima biografia ufficiale della professoressa M.R. del Genio “il Sole della Mia Volontà” tradotta in lingua inglese e spagnola; gli opuscoli ad opera della rivista cittadina Lo Stradone “Luisa Piccarreta faro che illumina il nostro cammino” e  per i bambini “Luisa Piccarreta piccola come noi”;

L’aria di spiritualità percepita da tutta la città di Corato nei giorni del Convegno e che continua a respirarsi, perché in molti hanno avuto modo di scoprire la figura di Luisa Piccarreta, “la Santa”.

LA STANZA DI LUISALa realizzazione della prima opera teatrale sulla vita della piccola figlia della Divina Volontà dal titolo “La Stanza di Luisa”.

A proposito di fare i Santi sulla terra, Luisa rispondeva che questo provoca “rivolta in terra e rivolta in cielo”.

Col Convegno ci si augura di aver dato inizio ad una sana rivolta, per aver acceso una moltitudine di cuori all’amore di Dio.

FIAT!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...