INDOTTRINAMENTO MEDIATICO PRO ADOZIONI GAY: il caso “Bianco e nero” su Radio Rai

GIANCARLO LOQUENZI  - Giornalista Rai, conduttore della trasmissione radiofonica "Bianco e nero" di cui si parla in questo articolo

GIANCARLO LOQUENZI – Giornalista Rai, conduttore della trasmissione radiofonica “Bianco e nero” di cui si parla in questo articolo

Faziosità. Intollerabile faziosità. Fa sempre male, da sempre fastidio. Ma è insopportabile quando proviene dal servizio pubblico, ossia la Rai (sostenuta col canone che noi cittadini onesti paghiamo).

A poche ore dalle votazioni al Senato sul discusso (e discutibile) Ddl Cirinnà –dal nome della Parlamentare del partito di Renzi prima firmataria- la Rai trasmette, nel pomeriggio di lunedì 8 febbraio, una trasmissione che definire “sbilanciata” è troppo poco.

AVVERTENZA: L’articolo è lungo. Consiglio l’ascolto diretto della REGISTRAZIONE (CLICCA QUI)

sca

Il tema era: “Come crescono i bambini di coppie omogenitoriali? Trasmissione condotta da Giancarlo Loquenzi con la presenza in studio di due ospiti:  Claudio Mencacci e  Giovanni Corsello. Due persone abbastanza sconosciute se non fosse che quest’ultimo aveva “osato” esprimere qualche dubbio sullo sviluppo dei bambini affidati a due omosessuali (come, in sostanza, prevede il Ddl Cirinnà). Come tutti ricordiamo il dottor Corsello è stato prima sommerso di insulti ed attacchi (e, forse, chissà anche minacce: chi può escluderlo con assoluta certezza?) e poi ha rivisto pubblicamente la sua posizione.

Ma evidentemente era necessaria (o addirittura specificatamente richiesta, ordinata) una “riparazione” ancora più netta. Cosa che, come ognuno può ascoltare, ha fatto durante la trasmissione.

La trasmissione radiofonica Rai, in onda su Radio 1 –il cui nomignolo è curiosamente “la radio mamma” – di cui parliamo si chiama “Bianco e nero” e nell’intento di chi l’ha ideata dovrebbe presentare due posizioni diverse –opposte- riguardo un tema di attualità.

Bene, detto di Corsello ora presentiamo il dottore Claudio Mencacci. E lo facciamo con il rimandarvi ad un tweet che, senza molti dubbi, descrive bene la sua posizione ed il particolare apprezzamento delle c.d. “famiglie arcobaleno” (per un suo intervento, sempre in Rai) sul tema delle adozioni di un bimbo da parte di due persone omosessuali.

Come quindi è facile intuire in studio non esisteva un vero contraddittorio (come si propone di fare “Bianco e nero”) ed anche il conduttore è parso nettamente allineato coi due. Anche gli ascoltatori han notato questo squilibrio: in una telefonata è stato fatto notare che più che “bianco e nero” la trasmissione era un po’ bianco e grigio.

Ad ogni modo basterà andare sul sito della trasmissione e scaricare/ascoltare la trasmissione per sentire con le proprie orecchie.

Incredibile come uno psichiatra, un pediatra ed un conduttore davano come cosa assolutamente normale che un bambino cresca con “due papà” (due gay, due persone omosessuali) senza mamma.

Infine una nota sul conduttore: Giancarlo Loquenzi è molto vicino al senatore Quagliariello (entrambi vengono dalla esperienza radicale libertaria) ed infatti il Loquenzi dirige “L’Occidentale”, rivista online assimilabile a Quagliariello (ed alla sua Fondazione “Magna Carta”): è stata infatti, per un periodo, organo ufficiale di NCD, il partito che Quagliariello co-fondò e che ha lasciato qualche mese fa.

E’ solo un esempio quello raccontato sopra: in questi giorni è pressoché unanime il coro dei media -Tv, giornali, radio, siti-  con pochissime eccezioni (Radio Maria, demonizzata finanche in Parlamento per il suo dire la Verità, e La Nuova Bussola Quotidiana che si è ritrovato il suo sito attaccato da pirati informatici al pari di altri siti scomodi, compreso quello che state ora leggendo)

Annunci

Un pensiero su “INDOTTRINAMENTO MEDIATICO PRO ADOZIONI GAY: il caso “Bianco e nero” su Radio Rai

  1. Pingback: INDOTTRINAMENTO MEDIATICO PRO ADOZIONI GAY: il caso “Bianco e nero” su Radio Rai – gipoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...