LUISA PICCARRETA – Una guarigione inspiegabile

MASSERIA TORRE DISPERATA  - LA CROCE

Ancora una guarigione inspiegabile ottenuta per intervento di Luisa Piccarreta e dove la protagonista è questa volta una coratina, concittadina di Luisa. La testimonianza è resa direttamente da chi l’ha vissuta e che ha incontrato Luisa durante la sua malattia. L’episodio infatti si svolge nella prima metà degli anni ’30 quando la signora L. M. aveva solo 3 anni.

Nel pieno possesso delle sue capacità fisiche e mentali la Signora L. ricorda chiaramente quanto appreso attraverso il racconto di sua madre in vita e lo riferisce, mediante un documento scritto, alla Associazione P.F.D.V. per la raccolta delle varie dichiarazioni di guarigione in cui Luisa ha intercesso.

La vicenda è la seguente: L. aveva pochi anni quando improvvisamente lelogo si formò un gonfiore sotto la lingua di notevoli dimensioni da spingere i  genitori a farla visitare subito da un chirurgo.

Il medico considerò l’urgenza di intervenire chirurgicamente e fissò la data dell’operazione. La bimba era troppo piccola e questo spaventava e preoccupava molto sua madre.

Forse non a caso, la nonna materna aveva come vicini di casa alcuni parenti della Piccarreta i quali, sentito il racconto e vista la disperazione della giovane mamma, le consigliarono di portare la bimba da Luisa.

Il suggerimento di Luisa fu quello di non lasciare operare la bimba, ma di affidarla ai Santi Medici sicura del loro intervento, manifestando chiaramente la sua stessa devozione ai santi ai quali, sin da piccola, rivolgeva le sue preghiere.

Quella stessa notte dalla bocca della bimba cominciò ad uscire una specie di bava e a diminuire pian piano il gonfiore fino a scomparire del tutto e a non manifestarsi più: la bimba era totalmente guarita e cresceva benissimo.

A conclusione della sua testimonianza la signora L. scrive: ”Mia madre mi diceva che per intercessione di Luisa Piccarreta avevo ricevuto una grazia. Da allora fino alla sua morte mia madre rimase devota a Luisa e ai Santi Medici, e dopo di lei anche io!”.

Una nuova grazia aveva avuto il suo compimento per intercessione, in vita, di Luisa “La Santa”. Non sono infatti rari gli episodi verificatisi a manifestazione del “dono di preveggenza” di cui Luisa era dotata e che sono ben descritti nella Biografia ufficiale “Il sole della Mia Volontà”, così come non è raro il suo intervento a favore dei bambini verso i quali aveva una particolare tenerezza.

Molti sono quelli che ancora oggi conservano nella loro infanzia un dolce ricordo di Luisa per averle fatto visita insieme ai nonni o ai propri genitori, non sempre per ottenere una grazia, ma per il semplice affetto col quale era solita accogliere i piccoli.

FIAT!

Riccardina

Per leggere un ulteriore evento prodigioso CLICCA QUI 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...