Addio a Giacomo Biffi: per primo riconobbe l’Emilia “sazia e disperata”

E’ morto il Cardinale Giacomo Biffi. La Chiesa perde un eccellente Pastore e guadagna un potente intercessore in Cielo: da lassù potrà guidare e proteggere la Chiesa di Cristo, in tempi così tristi.

 

CARDINALE BIFFI

Nato a Milano il 13 giugno 1928, ha compiuto gli studi ecclesiastici nei Seminari dell’Arcidiocesi Ambrosiana ed è stato ordinato Sacerdote a Milano il 23 dicembre 1950 dall’Arcivescovo card. Alfredo Ildefonso Schuster. Laureatosi in Teologia nel 1955 con una tesi su “La colpa e la libertà nell’odierna condizione umana”, ha insegnato per alcuni anni nei Seminari dell’Arcidiocesi milanese. Dal 1960 al 1969 è stato Parroco ai Ss. Martiri Anauniani, a Legnano, e dal 1969 al 1975 a S. Andrea, a Milano. L’ 11 febbraio 1975 è stato nominato Canonico Teologo del Capitolo Metropolitano di Milano. Già Vicario Episcopale per la Cultura dal 1974, ha ricevuto nel 1975 la nomina a Direttore dell’Istituto Lombardo di Pastorale, ricoprendo anche l’incarico di responsabile della Commissione per il Rito Ambrosiano. Il 7 dicembre 1975 è stato eletto da Paolo VI Vescovo titolare di Fidene e deputato Ausiliare del card. Giovanni Colombo, Arcivescovo di Milano, che lo ha consacrato Vescovo l’11 gennaio 1976 nella Chiesa parrocchiale di S. Andrea, a Milano. Dal 1976 al 1982 ha fatto parte della Commissione episcopale della C.E.I. per la dottrina della fede, la catechesi e la cultura, di cui è stato Segretario dal 1979 al 1982. Inoltre nel 1982 è stato eletto fra i componenti la Commissione Episcopale per la Liturgia. Promosso Arcivescovo di Bologna il 19 aprile 1984, ha preso canonico possesso dell’Arcidiocesi il primo giugno 1984, facendovi solenne ingresso il giorno successivo, 2 giugno. Il 7 luglio dello stesso anno è stato eletto Presidente della Conferenza Episcopale Emilia-Romagna. Creato e pubblicato Cardinale prete del Titolo dei Ss. Giovanni Evangelista e Petronio a Campo de’ Fiori da Sua Santità Giovanni Paolo II nel Concistoro del 25 maggio 1985, è membro della Congregazione per il Clero e della Congregazione per l’Educazione cattolica. Ha lasciato il governo dell’Arcidiocesi bolognese, per raggiunti limiti di età, il 16 dicembre 2003. È stato Amministratore Apostolico dell’Arcidiocesi dal 16 dicembre 2003 al 15 febbraio 2004. Nel 1989 ha predicato gli esercizi spirituali al Santo Padre Giovanni Paolo II e alla Curia romana e nel 2007 ha predicato gli esercizi spirituali al Santo Padre Benedetto XVI e alla Curia romana. È autore di numerose pubblicazioni a carattere teologico e catechetico. E’ morto l’11 luglio 2015.

 

Annunci

Un pensiero su “Addio a Giacomo Biffi: per primo riconobbe l’Emilia “sazia e disperata”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...