Scandalo nella Diocesi di Taranto – il commento di padre Giulio Maria Scozzaro

E’ oltremodo doloroso apprendere certe notizie. Notizie che creano grosso sconcerto e soprattutto scandalo. Gesù stesso disse che è ”inevitabile che avvengano scandali” ed aggiunse “ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!”

Con queste premesse intendiamo riportare le parole di padre Giulio Maria Scozzaro, sacerdote appartenente ai Francescani dell’Immacolata, che commenta quanto è accaduto nella Diocesi di Taranto non prima d’aver detto che la stessa Diocesi ha tenuto subito a precisare che “il sacerdote interessato, che non appartiene al clero di Taranto, bensì ad un ordine religioso, è stato rimosso da monsignor Filippo Santoro dalla cura parrocchiale”. Questo il testo di padre Scozzaro:

 

Devo condividere con voi la lettura di un articolo del Corriere della Sera online che svela fatti immorali nella diocesi di Taranto e porta le prove delle perversioni tra i Sacerdoti omosessuali. Si conoscono tantissime situazioni imbarazzanti e pericolose per la vita spirituale, questo scandalo è stato reso pubblico dopo le dichiarazioni di un religioso del Nord, anch’esso partecipe.

Leggiamo alcuni passaggi salienti per pregare con maggiore convinzione per la conversione dei Sacerdoti: “Tremano le stanze della curia tarantina per un esposto, presentato al Tribunale ecclesiastico regionale della Puglia, che scopre il velo su presunte attività sessuali di alcuni sacerdoti. Autore della denuncia è un trentaduenne del Nord Italia, molto vicino agli ambienti della Chiesa, che ha deciso di raccontare il suo rapporto sessuale con un parroco, conosciuto su Facebook, di un’importante Chiesa di Taranto.

La notizia, pubblicata inizialmente dal Corriere del Mezzogiorno, ha già avuto una conseguenza pratica: l’arcivescovo di Taranto, Filippo Santoro, ha rimosso dalle sue funzioni il sacerdote coinvolto. L’ufficialità è arrivata da una nota emessa dalla Curia di Taranto nella serata del lunedì in Albis dopo “i fatti apparsi sulla stampa sulla condotta moralmente riprovevole e assolutamente non compatibile con il ministero presbiterale di un parroco dell’arcidiocesi di Taranto”.

Tornando alla denuncia, il religioso ha raccolto documenti video, foto e conversazioni in chat consegnandole al Tribunale. Un dossier pesante che mette in luce una presunta attività sessuale in canonica: dalle orge, all’amore a pagamento, allo scambio di foto intime e anche lo scambio di indirizzi di preti gay con cui incontrarsi. Tutto documentato da screenshot delle chat su Facebook o Skype e con la registrazione in webcam di video incontri sessuali.

Nelle carte finite sul tavolo del vicario giudiziale della sede tarantina del Tribunale ecclesiastico della Puglia, monsignor Giuseppe Donato Montanaro, non c’è solo la presunta attività sessuale del sacerdote tarantino, ma ci sarebbe anche quella di altri esponenti di Chiesa di varie regioni d’Italia».

La grande preoccupazione che danno questi comportamenti, è l’aumento della corruzione nella Chiesa e l’indifferenza verso i credenti, le loro anime da salvare. Sono peccati di una gravità inaudita, non possiamo tacere almeno queste notizie pubbliche e dobbiamo chiederci se stiamo pregando per la santificazione dei Sacerdoti oppure è venuto meno anche questo desiderio.

Crea sconcerto leggere di orge e di larghi giri di Sacerdoti omosessuali, pronti a scambiare numeri di telefoni con i giovani e interessati solamente a queste pratiche perverse. L’articolo indica anche che il religioso ha portato le prove di numerosi Sacerdoti che si conoscono sul web e poi fanno incontri contro natura un po’ ovunque e anche orge.

Tremendo!

Questo spiega l’odio profondo che caratterizza certi Sacerdoti verso quei Sacerdoti che invece seguono in purezza e verità la sana dottrina della Chiesa.

Su di essi scaricano ingiurie, attacchi e falsità, li diffamano per screditarli, perché la vita dei buoni Sacerdoti è un continuo rimprovero per loro che amano la perversità. Inoltre coinvolgono i laici per seminare diffamazioni ridicole sempre nei confronti dei Sacerdoti puri e onesti.

Padre Giulio Maria Scozzaro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...