APPARIZIONE STRAORDINARIA: LA MADONNA CI IMPLORA DI VIVERE LA PACE NELLA FAMIGLIA!

Cari figli, così tante volte ho ripetuto e questa sera desidero ancora una volta ripetere: “Pregate cari figli per la conversione”.

In particolare questa sera vi invito a pregare per la Conversione nell’ambito famigliare.

Pregate per tutti i figli che si sono allontanati dai propri genitori e viceversa pregate per quei genitori che stanno trascurando i propri figli.

Vi prego pregate che la Grazia Divina e l’azione dello Spirito Santo guidi questi figli e questi genitori che sono lontani dall’unione con mio Figlio Cristo Gesù.

Grazie cari figli perché anche questa sera avete risposto alla mia chiamata.

SACRA FAMIGLIA FOTO

Il messaggio è stato dato il giorno 13 Giugno 2021, tramite il veggente Ivan Dragicevic. Egli si trovava a Mestrino in provincia di Padova

MEDJUGORJE 40° ANNIVERSARIO

Risultati immagini per medjugorje amore

Celebrazione del 40° Anniversario delle apparizioni della Madonna

Nella parrocchia di Medjugorje è in corso la preparazione per il 40° Anniversario delle apparizioni della Madonna. La parrocchia e i parrocchiani si stanno preparando intensamente con una serie di iniziative.

Esattamente da un anno prima di questo Anniversario giubilare, un gruppo di fedeli ha iniziato a pregare il rosario ogni mattina sulla Collina delle apparizioni, preparandosi così per i 365 giorni precedenti a questo Anniversario.

LA PREPARAZIONE DA UN ANNO

Per nove settimane prima dell’Anniversario, ogni domenica fino alla fine di giugno, la parrocchia di Čitluk compie un pellegrinaggio a piedi da Čitluk a Medjugorje, mentre i dipendenti del Centro informazioni Mir Medjugorje e dell’ufficio parrocchiale di Medjugorje pregano il Santo Rosario sulla Collina delle apparizioni ogni venerdì.

Come ogni anno, la parrocchia di Medjugorje si preparerà con una novena: per nove giorni, prima del 40° Anniversario delle apparizioni della Madonna, si pregherà il rosario durante il programma di preghiera serale e in quei nove giorni la santa Messa serale sarà presieduta dai parroci e dai cappellani che hanno svolto l’opera pastorale a Medjugorje nei 40 anni trascorsi.

LA VIGILIA

Alla vigilia delle apparizioni della Madonna, il 24 giugno, festa di S. Giovanni il Battista, ci sarà la tradizionale Marcia della pace da Humac a Medjugorje. Questa processione di preghiera ebbe origine nel 1992, in piena guerra, quando un gruppo di pellegrini stranieri guidati da Hubert Liebherr, pellegrino tedesco innamorato di Medjugorje, partì a piedi da Humac a Medjugorje, pregando per la pace nella Croazia e nella Bosnia ed Erzegovina colpite dalla guerra.

QUEST’ANNO PROCESSIONE DAL PODBRDO ALLA CHIESA

La novità di quest’anno è che il giorno dell’Anniversario dell’apparizione, il 25 giugno, si svolgerà per la prima volta una processione che partirà dalla Collina delle apparizioni, luogo in cui la Madonna è apparsa per la prima volta, e terminerà alla chiesa di S. Giacomo a Medjugorje. La processione partirà dalla Collina alle ore 16.30 in modo che i partecipanti possano raggiungere la chiesa parrocchiale prima dell’inizio del programma di preghiera serale. Nell’area dell’Altare esterno, dopo la preghiera del rosario, inizierà la celebrazione Eucaristica che sarà seguita dalla processione con la statua della Madonna alle ore 19.

GP2 Medjugorje

PREPARIAMOCI AI DIECI SEGRETI DI MEDJUGORJE

QUANTO DURANO I SEGRETI DI MEDJUGORJE 

In attesa del ” Primo Segreto ” di Medjugorje

Padre Livio spiega i 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE

A proposito di padre Fanzaga Sch. P.

In Rete – precisamente su Telegram e, forse, rilanciato da altri Media- circola una considerazione sul Religioso bergamasco padre Fanzaga Livio, Piarista. Non crediamo che manchi di rispetto verso il Sacerdote (anche perché l’intervento esula totalmente dal suo Ministero) e pertanto abbiamo pensato di pubblicarlo qui sul Sito.

E questo principalmente per due motivi: a) alcuni lettori potrebbero “ritrovarsi” in quelle parole; e poi perché, b) condividiamo il senso dell’intervento ed anche le finalità.

A ciascun lettore (parentesi: vi è un notevole aumento di lettori ed un incremento anche delle persone che seguono il Canale Telegram) il compito di valutare. Ogni commento sarà ben accolto e pubblicato.

screenshot fanzaga

Spiace dirlo ma tacere costruirebbe una omissione: padre Livio ha smarrito la sua piena lucidità nella sua “Lettura cristiana della cronaca e della storia”.
Milioni di ascoltatori se ne son accorti da tempo: forse le ingerenze esterne (si pensi a come una dichiarazione di Becciu all’Ansa comportò la immediata cacciata di un collaboratore) hanno influito negli ultimi anni –in particolare dal 2013 ad oggi- ma con la presunta pandemia il Religioso scolopio par aver smarrito la bussola.
Lo si dice con rispetto e con quella tristezza di figli che si accorgono del proprio genitore che, con l’avanzare dell’età, non è più lui.
Dal febbraio del 2020 ad oggi –e sono quasi venti mesi!- non ha parlato d’altro. Ha solo trasmesso ai tanti ascoltatori, che attendevano una parola di incoraggiamento, la sua ansia e la sua paura del contagio.
Peccato! Proprio nei tempi in cui andava detto, forte e chiaro, che il Signore è Onnipotente ed è l’Autore della Vita, egli si è sostanzialmente uniformato ad una veduta “mondana” e, di fatto, si è allineato –magari senza volerlo- alla narrazione imposta dei potenti Mezzi di informazione.
Che la Regina della Pace possa farlo “rinsavire”!
E lo diciamo con tanta –ma proprio tanta- gratitudine per tutto quello che ha fatto in questi decenni. Il suo carattere, deciso con tratti autoritari, che forse è stato persino utile nel guidare l’emittente ora ha finito col rendere meno credibile la Radio che la stessa Madonna avrebbe voluto.
Col massimo rispetto, con la consapevolezza che ciascuno ha difetti nel proprio temperamento, e che il cornuto “penetra” in noi proprio attraverso quei difetti laddove siamo più vulnerabili: padre Livio, dopo aver trasmesso la fede a milioni di italiani, ha finito col prender il microfono ogni mattina e “trasmettere” (certamente in perfetta buona fede) la paura del contagio e la paura di morire.
Chi ascolta assiduamente la Radio – e noi siamo fra quelli- se n’è accorto. Ed è un vero dolore.

DIOCESI DI BRINDISI – Ecco i nuovi Parroci e tutte le NOMINE

L’Arcivescovo di Brindisi – Ostuni, mons. Domenico Caliandro ha provveduto, in data odierna alla pubblicazione della nomina dei nuovi parroci e i relativi trasferimenti. L’Arcivescovo ha accompagnato le nomine con una consueta lettera. Di seguito il testo della lettera e le nomine.

CATTEDRALE BRINDISI

Nella solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, al termine del ritiro del clero diocesano, l’Arcivescovo Mons. Domenico CALIANDRO, comunica i seguenti avvicendamenti:

Il sac. Salvatore TARDIO viene nominato parroco della parrocchia San Nicola in Brindisi; a lui succede il sac. Leonardo PINTO quale parroco della parrocchia SS. Annunziata in Mesagne.

Il sac. Alessandro LUPERTO diviene parroco della parrocchia Ss. Pancrazio e Francesco d’Assisi in San Pancrazio Salentino; a lui succede quale parroco della parrocchia Madonna del Rosario in Leverano il sac. Fernando PALADINI; la parrocchia SS. Rosario in Veglie viene affidata al sac. Alessandro D’AGOSTINO, quale parroco.

Il sac. Massimiliano MORELLI diviene parroco della parrocchia San Lorenzo da Brindisi in Brindisi; il sac. Stefano BRUNO diviene amministratore parrocchiale della parrocchia Madonna del Pozzo in Ostuni.

Il sac. Cosimo ROMA diviene parroco della parrocchia Visitazione e San Giovanni Battista nella Cattedrale in Brindisi.

Il sac. Angelo Raffaele AMICO diviene parroco della parrocchia San Marco in Locorotondo.

Il sac. Sergio VERGARI diviene collaboratore della parrocchia San Vito Martire in Brindisi e rettore della chiesa SS. Trinità e Santa Lucia in Brindisi.

Il sac. Antonio DE MARCO diviene collaboratore nella parrocchia San Lorenzo da Brindisi e rettore della chiesa Santa Maria degli Angeli in Brindisi.

Il sac. Donato PIZZUTOLO diviene vicedirettore della Caritas Diocesana.

Il sac. Mario ALAGNA viene incardinato in codesta Arcidiocesi.

Il sac. Luca TONDO diviene vicario parrocchiale della parrocchia San Giustino De Jacobis in Brindisi.

Seguiranno, dopo la loro Ordinazione, le destinazioni dei nuovi diaconi permanenti.  

Brindisi, 11 giugno 2021

Il Cancelliere Arcivescovile

ATTO DI CONSACRAZIONE PERSONALE AL SACRO CUORE DI GESU’

Di Santa Margherita Maria Alacoque

Io…, dono e consacro al Cuore adora­bile di Gesù la mia persona e la mia vita, le mie azioni, pene e sofferenze per non più servirmi di alcuna parte del mio essere, se non per onorarlo, amarlo e glorificarlo.

E’ questa la mia irrevocabile volontà: essere tutto suo e fare ogni cosa per suo amore, rinunciando a tutto ciò che può dispiacergli.

Ti scelgo, Sacro Cuore di Gesù, come unico oggetto del mio amore, custode della mia vita, pegno della mia salvezza, rimedio della mia fragilità e inco­stanza, riparatore di tutte le colpe del­la mia vita e rifugio sicuro nell’ora del­la mia morte.

Sii, o Cuore di bontà e di misericordia, la mia giustificazione presso Dio Padre e allontana da me la sua giusta indi­gnazione. Cuore amoroso di Gesù, pon­go in te la mia fiducia, perchè temo tut­to dalla mia malizia e debolezza, ma spero tutto dalla tua bontà.

Distruggi in me quanto può dispiacer­ti. Il tuo puro amore s’imprima profon­damente nel mio cuore in modo che non ti possa più dimenticare o essere separato da te.

Ti chiedo, per la tua bontà, che il mio nome sia scritto in te, poichè voglio vivere e morire come tuo vero devoto.

Sacro Cuore di Gesù, confido in te!

SACRO CUORE DI GESU IO CONFIDO E SPERO IN TE