MARIA VALTORTA E BRUNO CORNACCHIOLA: DUE AUTENTICI MISSIONARI DELLE VERITÀ EVANGELICHE

Breve articolo di Giovanni Palladino su due splendide figure

valtorta_cornacchiolaIl 28 aprile 1947, nella sua casa di Viareggio, Maria Valtorta terminava il suo ruolo di portavoce di Gesù, che la definì il Suo “piccolo Giovanni” per avvicinarla al compito svolto dal Suo Apostolo preferito, il grande San Giovanni Evangelista. In quel giorno Maria Valtorta poneva fine all’Opera in 10 volumi iniziata il 23 aprile 1943, giorno del Venerdì Santo, scritta in parte sotto dettatura di Gesù e in parte con la descrizione delle oltre 800 visioni fornitele da Gesù sulla Sua vita durata poco più di 33 anni. L’Opera, edita dal Centro Editoriale Valtortiano di Isola del Liri, aveva in origine il titolo di IL POEMA DELL’UOMO-DIO, poi cambiato in L’EVANGELO COME MI È STATO RIVELATO. Il 28 aprile 1947 Bruno Cornacchiola, nella Chiesa di Ognissanti a Roma (dove il 10 agosto 1959 si svolsero i funerali di don Luigi Sturzo), trovò conferma che quanto visto e dettogli dalla…

View original post 332 altre parole

CIVITAVECCHIA – Il vescovo Marrucci “ignora” Mons. Grillo (e glissa sul luogo della sepoltura)

S.E. Mons. Luigi Marrucci

S.E. Mons. Luigi Marrucci

Normalmente questo sito non si occupa di dispute all’interno del mondo ecclesiale: non sono particolarmente edificanti né, in alcun modo, ci appassionano. Tuttavia non può sfuggirci come l’Ordinario della diocesi di Civitavecchia-Tarquinia nella Celebrazione Eucaristica di giovedì 22 settembre da lui presieduta non abbia parlato nella omelia del suo predecessore.

Sappiamo bene, naturalmente,  che  il Vescovo non è che in ogni Messa debba ricordare il Vescovo Emerito ma per la Eucaristia di giorno 22 la intera Diocesi di Civitavecchia-tarquinia “era riunita in Cattedrale per ricordare il vescovo emerito nel trigesimo della scomparsa” eppure monsignor Luigi Marrucci nella sua omelia ha parlato di tutt’altro (per leggere il testo dell’omelia CLICCA QUI).

ASCII

Monsignor Girolamo Grillo

Eppure la prodigiosa mariofania di Civitavecchia ha avuto in Monsignor Girolamo Grillo non solo uno dei maggiori testimoni diretti ma addirittura uno dei protagonisti assieme alla famiglia Gregori. Ed “ignorare” (si prega di notare le virgolette) Mons. Grillo significa, in qualche modo, ignorare la Madre di Dio,  le sue lacrime di sangue ed il suo accorato messaggio.

Più e più volte è stato espresso il pensiero che sulla straordinaria vicenda –tutt’altro che terminata!– si voglia mettere una sordina. Ed è stato paventato il rischio che con la morte di monsignor Grillo gli eventi prodigiosi di Borgo Pantano (che in realtà riguardano la Chiesa ed il mondo intero) possano passare definitivamente sotto silenzio.

libro-di-mons-grillo-copertinaDalla nota stampa della Diocesi si apprende un altro fatto preoccupante ossia il perpetuarsi dell’ignorare la precisa volontà espressa da Mons. Grillo riguardo la sua sepoltura (messa pubblicamente per iscritto e ben in vista alla pagina 239 del suo libro “La vera storia di un dramma d’amore. La Madonnina di Civitavecchia”) e ben nota a tutti.

Ed invece dal burocratico e lungo resoconto sappiamo che Monsignore Luigi Marrucci è ancora “in attesa di conoscere le volontà testamentarie del vescovo defunto”, riguardo al luogo della sua sepoltura. Anzi le cose paiono esser rinviate alle calende greche: “Il presule, ringraziando papa Francesco, ha ricordato come ancora non sia possibile sapere quando la salma giungerà in Italia e dove verrà sepolta.

Eppure Monsignor Grillo ha manifestato ampiamente il suo ardente desiderio: “alla fine del mio pellegrinaggio terreno le mie spoglie mortali possano riposare ai piedi della Madonnina di Civitavecchia in attesa della risurrezione finale”.  Questo sito, nei limiti del possibile, e per smisurato amore alla Madonna delle Rose, Madre e Regina delle famiglie e della Chiesa, seguirà la vicenda anche per fare un servizio ai tantissimi devoti in tutto il mondo   della “Madonnina” che ha pianto lacrime di sangue.

PER LEGGERE L’INTERVISTA DI RICCARDO CANIATO A FABIO GREGORI

CLICCARE QUI 

“il bene vincerà” è letto in tutto il mondo. Ed in Vaticano.

copia-di-statistiche-il-bene-vinceraCapita di dare uno sguardo alle statistiche relative ai visitatori. E, nello specifico, alla provenienza geografica.

Ebbene da un controllo fatto qualche minuto fa risulta confermata la diffusione de “il bene vincerà”  in moltissime nazioni del mondo (oltre 140).

In successivi post saremo più precisi e daremo molti dettagli. Quello che ora si vuole evidenziare e che questo Sito web viene letto anche in Vaticano ( vedere il riquadro a destra dove ci sono i primi 16 Paesi per numero di visite)  stando proprio a questi dati. Che rendiamo pubblici a beneficio di tutti i nostri lettori.

Un saluto particolare a chi ci legge dai “Sacri Palazzi”.

A tutti –ma proprio tutti- un sincero grazie.

copia-2-di-statistiche-il-bene-vincera

Anche Padre Livio(Radio Maria) ricorda Don Gabriele Amorth

PADRE LIVIO celebraCome è già stato scritto (vedi QUI) la bella figura del sacerdote esorcista don Gabriele Amorth, morto  a Roma venerdì sera 16 settembre, è stata conosciuta da moltissimi italiani attraverso i mezzi di comunicazione.

Fra questi occupa un posto di riguardo Radio Maria dove il Religioso modenese ha condotto la trasmissione  “Racconti di un esorcista”, sempre seguitissima dagli ascoltatori, per oltre vent’anni.  E lo stesso Padre Livio Fanzaga, direttore dell’emittente cattolica, lo ricorda.

Lo fa con un breve comunicato apparso nel sito (che di seguito riportiamo) e con la messa in onda LUNEDÌ SERA (il giorno del funerale)  ALLE ORE 22.45 : della registrazione- viva voce di Don Amorth- di spezzoni della trasmissione fissa che conduceva fin dal 1990:

don-amorth-a-radio-mariaE’ ritornato alla casa del Padre a 91 anni don Gabriele Amorth, sacerdote paolino ed uno degli esorcisti più famosi al mondo, che esercitava il suo ministero nella Diocesi di Roma. Era conduttore di Radio Maria fin dal lontano 1990 e dai nostri microfoni ha fatto risvegliare nella Chiesa il ministero dell’esorcismo che stava andando in disuso. Cuore profondamente mariano, Padre Amorth era dotato di una notevole cultura, che gli ha permesso di confrontarsi con psicologi e psichiatri sul tema delle malattie spirituali. La sua grande popolarità era dovuta alla sua capacità di esprimersi con un linguaggio semplice e chiaro e di ascoltare con pazienza le persone, rasserenandole e orientandole sul cammino della speranza. Raccomandiamo alla grande famiglia di Radio Maria il ricordo al Signore di questo esemplare sacerdote, auspicando che la sua eredità spirituale sia messa a frutto per il bene delle anime.

Padre Livio Fanzaga – Radio Maria

Lunedì pomeriggio il funerale di don Gabriele Amorth

La camera ardente oggi, sabato, fin alle 19 presso la Cappella del Sacro Cuore del Policlinico Gemelli in Roma.
Riaprirà domani, Domenica 18 settembre, nello stesso luogo dalle 7,30 alle 10.

Accanto a don Gabriele Amorth

don-amorth-pregaE’stata allestita una camera ardente per rendere omaggio alla salma di don Gabriele Amorth, morto ieri sera venerdì 16 settembre. presso la Cappella del Sacro Cuore del Policlinico Gemelli in Roma.

Essa è stata aperta nella mattinata di oggi e rimarrà accessibile fino alle 19,30 di questa giornata.Riaprirà domani, domenica 18 settembre, nello stesso luogo dalle 7,30 alle 10.

Immediatamente dopo la salma verrà trasferita nella Sottocripta del Santuario Maria Regina degli Apostoli, sita in via Alessandro Severo 58 a Roma, dove verrà esposta alla venerazione pubblica dei fedeli dalle ore 16 alle 19.

???????????????????????????????????? Il grande Santuario Regina Apostolorum, voluto fortemente da Don Alberione. Qui Lunedì 19 settembre 2016 il funerale del grande esorcista e degnissimo sacerdote don Gabriele Amorth

Le esequie di don Amorth saranno celebrate lunedì 19 settembre alle ore 15, nella Parrocchia-Santuario Santa Maria Regina degli Apostoli, in via Antonino Pio n. 75 a Roma.

View original post 10 altre parole

Messaggio del 16 settembre ad Ivan…Medjugorje

...Voi valete quanto vale il vostro cuore...Giovanni Paolo II

5f8f6-1908022_898801216801582_6564564077918449968_n

Ecco le parole di Ivan circa l’apparizione straordinaria da lui avuta stasera, venerdì 16 settembre 2016, sul Podbrdo alle ore 21:00:
«Anche stasera la Madonna è venuta a noi gioiosa e felice e, all’inizio, ci ha salutato tutti col suo materno saluto: “Sia lodato Gesù, cari figli miei!”. Poi ha pregato qui su tutti noi presenti con le mani distese, ha pregato in modo particolare su voi malati presenti. Poi la Madonna ha detto:
“Cari figli, anche oggi vi invito: no, non accettate ciò che il mondo vi offre e vi dà. Decidetevi per Gesù! In lui è la vostra pace e la gioia. Decidetevi e apritevi a lui, affinché egli vi guidi. In particolare, cari figli, apritevi allo Spirito Santo. Prego, cari figli, per tutti voi, affinché vi apriate di più. Prego per tutti voi e intercedo per tutti voi presso mio Figlio. Grazie, cari figli, per avere…

View original post 76 altre parole

A Dio caro don Gabriele!

E’ morto don Gabriele Amorth. E la notizia è quasi passata inosservata: i giornali e le televisioni (tutcopia-di-don-amorth-pregati, senza eccezioni) erano presi a celebrare un altro ultranovantenne morto qualche ora prima. Noi siamo certi che don Gabriele è in Cielo.

Lo ricorderemo con calma, nei prossimi giorni. Ora vogliamo proporre questo bel video: è un don Amorth in forma, chiaro come sempre. Ascoltiamolo. E preghiamolo: si, perchè è un santo che ora è nella Vita Vera.

Grazie don Gabriele. A Dio!